Sant’Agnello, il Gruppo “Liberi&Uguali” attacca il Sindaco Sagristani sulle luminarie natalizie

Stampa

Liberi e Uguali

Pietro Sagristani

Pietro Sagristani

SANT’AGNELLO – Il Gruppo Consiliare “Liberi&Uguali” va all’attaco del Sindaco Piergiorgio Sagristani accusandolo di sperperare denaro pubblico per l’acquisto di nuove luminarie natalizie. Con determina del 23 novembre scorso il responsabile dell’Ufficio comunale ha provveduto a nominare la commissione per la valutazione dell’offerta che complessivamente costerà € 242.048,00 per il natale e capodanno 2017/18 e 2018/19. Scrivono sul loro profilo facebook: “Beffa natalizia di Sagristani e C. ai cittadini di Sant’Agnello che in questi giorni hanno dovuto rinunciare alla speranza di acquistare o di locare una casa ad un prezzo GIUSTO se non addirittura vedersi metter all’asta la propria casa da parte del Comune che vuole racimolare qualche centinaia di migliaia di euro da spendere in cose futili.

Con l’occasione del Natale infatti Sagristani ha cominciato alla grande la sua campagna elettorale sperperando ben DUECENTOMILA euro di soldi nostri per l’acquisto inutile quanto inopportuno di nuove luminarie mentre avrebbe fatto meglio ad ammettere i propri errori annullando finalmente tutti gli atti che riguardano lo scandalo-papocchio HOUSING SOCIALE che ha danneggiato non poco la nostra comunità.
Ben TREMILA euro al giorno ci costeranno quest’anno le luci nuove che serviranno soltanto all’ennesima autocelebrazione su giornalini pagati sempre da noi ed a qualche selfie sotto l’albero da parte dei nostri “oculati” amministratori che sperano che almeno in questa pausa natalizia i santanellesi dimentichino di vivere in un paese abbandonato a se stesso, con traffico insostenibile, strade e marciapiedi transennati, sporchi e dissestati, senza uno straccio di banca e con una stazione ferroviaria, nel suo degrado unica in penisola”. (Red. PinP)

luminarie-santagnello