In Costiera basta la pioggia e…si chiudono le gallerie…si blocca il traffico…si ferma il Depuratore!

Stampa

nuvolaDomani, salvo improvvisi acquazzoni, riapriranno le due gallerie Varano e Privati interrotte dal disastro provocato dal primo maltempo dell’autunno 2017. I danni sono stati rilevanti e sulla rete sono apparse esatte ricostruzioni di quanto è accaduto con la specifica delle cause per cui si è verificato questo disastro per il quale è stata aperta anche un’inchiesta da parte della Procura della Repubblica di Torre Annunziata. Speriamo che si giunga a qualche risultato, cioè all’individuazione delle eventuali responsabilità nella realizzazione di un’opera pubblica imperfetta e che ha violentato l’ambiente naturale (tombato un rivo) senza che nessuno pensasse alle conseguenze che ne sarebbero potute derivare e che in effetti ne sono derivate con l’aggiunta degli incendi boschivi. Anche nella realizzazione della galleria di Seiano, o meglio del suo prolungamento, sonmo stati commessi degli errori, tant’è che il transito è inibito agli autoarticolati che trasportano carburanti e materie pericolose con la conseguente invivbilità che ne è derivata per la Città di Vico Equense.

Decenni di lavori, miliardi di lire spesi (poi diventati milioni di euro) per modernizzare e rendere più sicura questa Penisola Sorrentina che invece si scopre sempre più a rischio e sempre più esposta alle conseguenze di eventi naturali come piogge e incendi tanto per restare alle criticità più attuali! Le gallerie resteranno chiuse in caso di pioggia per cui trovandoci alle porte dell’inverno dobbiamo rassegnarci a una chiusura a giorni alterni con tutte le conseguenze del caso! Anche il nuovo depuratore di Punta Gradelle finalmente ha visto la luce per bonficare le acque del nostro golfo…sempre e solo pioggia permettendo. Perchè anche in questo caso, cioè quando piove parecchio, il Depuratore chiude i battenti riversando direttamente in mare, attraverso vecchi e nuovi overflow, i liquami fognari di una rete peninsulare fatiscente e in gran parte inadeguata a reggere i flussi di scarico soprattutto nella stagione estiva. Insomma tutte queste opere funzionano…fatto salvo quando piove! E siamo nel 2017 in una delle realtà a maggiore vocazione turistica della Campania dove modernità e funzionalità dovrebbero andare a braccetto! (Red. PinP)