Debacle dell’Italia calcistica tra presunzione, mediocrità, ipocrisia…

Stampa

buffon-venturaL’Italia non parteciperà ai Mondiali di Calcio di “Russia 2018” dopo la vergognosa eliminazione patita a Milano contro la nazionale della Svezia che, invece, ha saputo capitalizzare il risultato dell’andata bloccando sullo 0 a 0 una squadra senza nè capo nè coda, guidata da un mister mediocre come i giocatori su cui ha puntato! Inadeguati e anche  ipocriti! Domanda: ma in Russia che cosa ci sarebbe andata a fare questa Nazionale?

Come per la politica italiana, il circus che tira le fila del calcio nostrano aveva bisogno di finire nella polvere… e ci è finito, malamente! Da oggi saranno fuori dai giochi i cosiddetti “Senatori“, con in testa Buffon, le cui lacrime televisive sono apparse simili a quello del  coccodrillo! L’auspicio è che da queste ceneri in cui hanno ridotto la Nazionale essa sappia risorgere, ma ripulita dagli interessi e dai condizionamenti che stanno sotto gli occhi di tutti e che l’hanno portata a questa debacle! Lo sport, del resto, è il riflesso del Paese e l’Italia non brilla nè esalta! E’ un po’ la stessa cosa cui è destinato il PD vista la strada da tempo intrapresa e i riflessi che ne deriveranno sul Paese grazie al suo Mister! Certe sconfitte possono valere future vittorie! Tutto dipende, sempre, dalla qualità degli uomini e per la verità, nel calcio come nella politica, di eccelenti in giro non se ne vedono troppi…Anzi! Comunque non è per colpa di questa defaiance italiana che dovremo rinunciare allo spettacolo dei Mondiali 2018!