Meta, summit segreto sul molo tra Peppe Tito e Paolo Trapani

Stampa
Trapani e Tito

P.Trapani e G. Tito

META – Questa sera i due leader del PD metese, il Sindaco Giuseppe Tito e il segretario cittadino Paolo Trapani, si sono dati appuntamento sul molo di Meta per scambiare quattro chiacchiere dopo le ultime turbolenze politiche legate all’organizzazione della Festa dell’Unità a Vico Equense. Che cosa si siano detti alla vigilia di un incontro ufficiale tra Direttivo e Consiglieri PD in programma per domani sera lo possiamo immaginare. L’intento di Tito è quello di calmare l’ambiente per affrontare col sostegno del partito locale i prossimi appuntamenti: congresso ed elezioni politiche.

E’ probabile che il Sindaco riesca ad ottenere la candidatura parlamentare e in questa ottica c’è bisogno di ritrovare l’unità anche se ciò può significare un ritocco all’esecutivo per dare soddisfazione a Trapani. Tito con la Festa di Vico ha centrato l’obiettivo: aggregarsi col resto della Penisola Sorrentina all’area-De Luca che, in virtù anche del sostegno di Matteo Renzi, sembra in grado di prevalere sull’area-casilliana messa alle strette dalla controffensiva scatenata proprio da De Luca intenzionato più che mai a relegare in un angolo Mario Casillo. In questo senso Tito ha indossato i panni del grande tessitore di alleanze per unificare la Penisola e presentarsi al tavolo dei negoziati elettorali nelle vesti del leader indiscusso del PD. Per questo l’intesa con Trapani è essenziale e il “summit marinaro” evidentemente è servito a chiarire la situazione per… remare tutti nella stessa direzione.