La Campania continua a bruciare, l’On. Longobardi lancia un appello per i soccorsi

Stampa
Il Consigliere Alfonso Longobardi nella sala regionale

Il Consigliere Alfonso Longobardi nella sala regionale

NAPOLI – E’ ormai emergenza continua in Campania con gli incendi che ne stanno incessantemente devastando il territorio e la macchia mediterranea in gran parte provocati dalla mano assassina dell’uomo e la cui espansione è favorita dalle condizioni metereologiche di siccità e vento che rendono complesse le azioni di spegnimento mentre i focolai riprendono consistenza anche quando sembrano soffocati. L’On. Alfonso Longobardi, leader del Movimento “Sviluppo e Territorio” si è recato questo pomeriggio presso la sala operativa della Regione Campania per verificare lo stato dell’arte.

Ecco la sua dichiarazione: “Alle ore 17 circa sono oltre un centinaio i fronti di fuoco che devono essere fronteggiati. Ma le richieste di nuovi interventi sono continue. I punti sulla mappa della Campania che indicano roghi e fiamme parlano da soli. Rinnovo l’appello dei giorni scorsi, sia alle istituzioni nazionali ma anche europee e internazionali: serve aiuto, servono più uomini e mezzi. La Regione Campania sta dispiegando tutte le forze possibili di cui dispone, ma occorre un aiuto aggiuntivo. L’emergenza perdura da giorni e gli incendi dolosamente appiccati sono, sia per numero che per dimensioni, tantissimi e di ampia portata. Voglio pubblicamente ringraziare la Sma Campania, la Protezione civile, il personale regionale, i vigili del fuoco, le forze dell’ordine e tutti i volontari che sui territori con grande tenacia e sacrificio stanno lottando ora dopo ora contro le fiamme. È una situazione gravissima ed occorre un intervento forte delle istituzioni pubbliche ad ogni livello. La Campania è sotto attacco, non molliamo“.