Massa Lubrense, il Comune si mobilita per solidarietà ai terremotati

Stampa
Sindaco L. Balduccelli

Sindaco L. Balduccelli

L’Amministrazione Comunale di Massa Lubrense, profondamente colpita dalla tragedia del terremoto nel Centro Italia e riscontrata la notevole sensibilità di cittadini ed associazioni del territorio, che dalle prime ore di mercoledì si sono dichiarate disponibili a fare qualcosa per le popolazioni colpite ha istituito un gruppo di lavoro per il coordinamento delle attività di aiuto e solidarietà con le popolazioni colpite. Il Gruppo si avvarrà della consulenza tecnica ed operativa della Caritas Interparrocchiale di Massa Lubrense e dei volontari della Protezione Civile Comunale e del supporto del Forum dei Giovani.

Nelle piazze di Massa centro, Sant’Agata, Monticchio e Termini saranno istituiti dei banchetti di raccolta fondi e generi di prima necessità come coperte e lenzuola nuovi, torce a batterie e batterie per le stesse torce, a cura del Forum dei Giovani e dei volontari della Protezione civile nei giorni di Venerdì 26 e Sabato 27 agosto dalle 17 alle 20.Domenica 28agosto dalle 10 alle 13.

I fondi raccolti saranno versati sul conto corrente bancario BANCA PROSSIMA NUMERO 1000/61738 intestato a Parrocchia Santa Maria delle Grazie – Caritas Interparrocchiale MASSA LUBRENSE IBAN IT 34 X0 33 59 01 60 01 00 00 00 61 738 sul quale sarà possibile effettuare bonifici o versamenti diretti con la causale “Terremoto Centro Italia”.
Inoltre a breve sarà programmato un evento di piazza con il coinvolgimento delle associazioni del territorio, il cui ricavato sarà versato nel fondo. I fondi raccolti saranno utilizzati dopo aver contattato direttamente istituzioni del territorio colpito dal terremoto e consegnati direttamente a referenti del territorio concentrando l’intervento in una piccola area con un sorta di gemellaggio.
Sono sicuro che tutti daranno il loro apporto – ha dichiarato il sindaco Lorenzo Balducellil’entusiasmo di aiutare è tanto, bisogna utilizzare quanto si raccoglierà con intelligenza e grande senso di responsabilità”.