Sorrento, Rachele Palomba in Giunta ed Elvira De Angelis in Consiglio

Stampa
Rachele Palomba

Rachele Palomba

Elvira De Angelis

Elvira De Angelis

SORRENTO – Nonostante l’ennesima bufera giudiziaria abbia turbato un Palazzo in piena e conclamata crisi politica e amministrativa (basta leggere l’intervista di Mariano Pontecorvo pubblicata sul settimanale Agorà) la maggioranza si appresta a mettere a segno la nomina del nuovo assessore che prenderà il posto di Raffaele Apreda. Si tratta dell’attuale consigliera de “La Grande Sorrento“, l’avvocato Rachele Palomba, che nelle prossime ore sarà destinataria del decreto di nomina del Sindaco Cuomo che automaticamente la fa decadere dalla carica di consigliere col subentro della prima dei non eletti della lista, Elvira De Angelis, commercialista, moglie di Michele Gargiulo che rappresenta il Comune di Sorrento in Penisola Verde.

Mario Gargiulo

Mario Gargiulo

Massimo Coppola (NCD)

Massimo Coppola

Un incarico prossimo alla scadenza dovendosi far posto nel CdA al rappresentante del Comune di Massa Lubrense che ha deciso di aderire alla partecipata sorrentina. Di quali settori andrà a occuparsi la prossima assessora Palomba per il momento resta un mistero visto anche che trattasi di un’esordiente sul palcoscenico amministrativo che, mai come in questo momento, vive una condizione di massima instabilità per l’accavallarsi delle inchieste giudiziarie e un conclamato immobilismo che sta mettendo a dura prova i nervi della politica che avverte la sgradevole sensazione di avere i polsi legati e quindi il disagio di un immobilismo pericoloso per il futuro. Ancor di più per le “fughe in avanti” di alcuni esponenti della Giunta che ambiscono a succedere a Cuomo. In primis Mario Gargiulo, sostenuto anche dall’ex collega Raffaele Apreda, seguito a stretto giro da Massimo Coppola che potrebbe contare, per il momento, del sostegno dell’Assessora Maria Teresa De Angelis. Con la designazione della Palomba, Sorrento è il primo Comune dove il rapporto di forza tra i generi si sposta in favore delle donne (3) rispetto agli uomoni (2).