A Piano di Sorrento cresce la tensione nella maggioranza alla spasmodica ricerca di un sindaco

Stampa
Gianni Iaccarino

Gianni Iaccarino

Superato lo shock del NO alla candidatura a sindaco del prof. Giancarlo Spezie la maggioranza cerca di riallacciare le fila per trovare al proprio interno il candidato sindaco da opporre a Vincenzo Iaccarino. Si torna in dietro e oltre all’autocandidatura dell’Assessore Daniele Acampora anche Gianni Iaccarino si candida a diventare leader dello schieramento che eredita i dieci anni di Giovanni Ruggiero. Oggi si riunisce tutto il gruppo per valutare il da farsi e soprattutto per cercare di capire se è possibile raggiungere un accordo sul nome di Iaccarino il cui solo obiettivo, appare ormai evidente, è quello di una rivincita sul gruppo di Salvatore Cappiello e dello stesso sindaco uscente per raccoglierne il testimone dopo aver centrato l’obiettivo di indebolire la squadra di Ruggiero ormai praticamente allo sbando!

Sostenere Cappiello per Gianni Iaccarino significherebbe rinunciare definitivamente alla chance di sfidare Vincenzo Iaccarino nelle urne per cui G. Iaccarino si gioca la partita decisiva delle prossime elezioni: dentro o fuori. Se non riuscirà a convincere la maggioranza di essere lui il miglior sfidante del cardiologo, probabilmente vedrà calare anticipatamente il sipario sulla sua corsa elettorale. Difficilmente però Cappiello e Ruggiero sono pronti a dargliela vinta per cui la possibile bocciatura per G. Iaccarino significherebbe esser pronto a tirare i remi in barca. Sullo sfondo stanno a guardare sornioni sia Rossella Russo sia Maurizio Gargiulo fiduciosi poterla spuntare in extremis: la prima se Ruggiero riesce ad imporla come sua candidata; il secondo in una situazione di forte caos che lo trasformerebbe nel candidato del compromesso.