Rosa Capuozzo, certe “maglie” richiedono coerenza…

Stampa
Rosa capuozzo sindaco di Quarto

Rosa capuozzo sindaco di Quarto

Il Sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo, si è fatta espellere dal Movimento 5 Stelle per l’indisponibilità a dimettersi dopo lo scandalo che ha colpito la sua Amministrazione e che si è trasformato in un caso nazionale, strumentalizzato ad arte dal Partito Democratico e che non poteva lasciare indifferenti i vertici del Movimento che dell’impegno contro le mafie a sostegno della legalità ha fatto il proprio cavallo di battaglia e la ragione del successo in una stagione dove la credibilità della politica è ridotta davvero al lumincino.

Forse la Sindaca di Quarto non ha tutti i torti nel rivendicare la propria onestà e soprattutto il fatto di essere la vittima di quanto accaduto! Quando si occupano certe poltrone e si rappresentano le istituzioni, soprattutto per conto di un Movimento come i 5 Stelle che di certe battaglie sono alfieri indiscussi, è necessario anche il sacrificio personale in nome dei più alti valori che non possono essere compromessi per interessi personali, per quanto legittimi. Dimettersi significa confermare soltanto che a Quarto far politica e amministrazione seriamente e senza il condizionamento della camorra è arduo, se non impossibile, per tutti. Non rassegnazione, ma testimonianza di un impegno che prescinde da qualsiasi altro interesse e che è pronto a rinnovarsi alle prossime elezioni!