Piano di Sorrento, scontri incrociati: Ruggiero-Vincenzo Iaccarino e Russo-Anna Iaccarino

Stampa
Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Vincenzo Iaccarino

Vincenzo Iaccarino

PIANO DI SORRENTO – All’indomani dell’ultimo, infuocato consiglio comunale del 2015 si è infiammato il clima politico con le bordate del Sindaco Giovanni Ruggiero all’indirizzo di Vincenzo Iaccarino, dell’Assessore Rossella Russo alla collega Anna Iaccarino sulla mensa scolastica. Gli attacchi sferrati dalle pagine di Positanonews aprono di fatto la campagna elettorale quando ormai mancano meno di sei mesi alle urne e la maggioranza uscente sembra decisa a puntare sul vice sindaco Salvatore Cappiello quale candidato sindaco in ticket con Rossella Russo.

Salvatore Cappiello

Salvatore Cappiello

La seduta consiliare del 29 dicembre 2015 è stata in questo senso rivelatrice degli orientamenti della maggioranza, anche se l’ordine di scuderia è quello di continuare a lasciar intendere che i giochi sono ancora aperti e che manca l’intesa sul successore di Ruggiero. Cappiello infatti non ci sta a cuocersi sulla brace di quella che si preannuncia come la più agguerrita e incerta campagna elettorale degli ultimi 20 anni. Il rischio è quello di non giungere al traguardo e per questo motivo ha assunto un profilo basso e improntato alla massima cautela con la sistematica negazione del suo interesse a candidarsi. Nello stesso tempo, però, dovendo cominciare a sperimentare la leadership, è costretto almeno in certe circostanze a tirar la testa dal buco. L’avversario numero uno del Sindaco, di Cappiello e del loro entourage resta, ovviamente, il Dr. Vincenzo Iaccarino, da tempo indicato dal Movimento Civico “Piano Oggi e Domani” come il candidato sindaco che insieme ad Anna Iaccarino nel 2016 tenterà la scalata al Palazzo.

Non è quindi un caso che gli strali della maggioranza puntino su di loro, tanto più all’indomani di un Consiglio comunale dove oltre a riacuirsi le tensioni e le divisioni tra gli opposti schieramenti, sono emerse forti contrapposizioni su questioni di vitale interesse per l’Amministrazione e sulle quali le divergenze sono risultate nette con la prospettiva di trasformarsi infuturi, pesanti contenziosi e per il Comune di ritrovarsi soccombente. Pubblichiamo gli interventi di Anna e di Vincenzo Iaccarino.