Sant’Agnello, ferragosto di polemiche tra l’Opposizione, il Sindaco e la Presidente del CC

Stampa

Sant'Agnello Sindaco e PresidenteLiberi e UgualiSANT’AGNELLO – Non accennano a placarsi le polemiche tra l’Opposizione e il Sindaco Pietro Sagristani su varie questioni legate all’approvazione del bilancio di previsione 2015, alla convocazione del consiglio, alla proposta di ridurre le indennità di carica degli Amministratori e alle repliche del Sindaco che dichiara “non prendo un euro, faccio beneficenza“. Al centro delle polemiche si ritrova la presidente del C.C.. Maria De Martino, accusata dall’Opposizione di essere la “passacarte” del Sindaco.

nota del sindacoSulla bacheca FB del Movimento “Liberi e Uguali” sono comparse due dichiarazioni: “Per l’ennesima volta la presidente del Consiglio Comunale di Sant’Agnello riduce tale importante ruolo a semplice “passacarte” del Sindaco che, in barba alla legge, si arroga il diritto di scegliere personalmente la data del consiglio comunale svuotando completamente il presidente del proprio ruolo.
Avevamo quindi ragione a chiedere la soppressione di tale inutile figura che costa a noi cittadini circa 3.000 annui per “NULLA”. Abbiamo inoltrato richiesta di audizione al Prefetto riservandoci ogni ulteriore azione affinchè torni a Sant’Agnello il rispetto della legalità. Nulla di personale nei confronti della dott.ssa De Martino da cui ci aspettiamo un sussulto di dignità”. Orlando, Coppola e Gnarra tornano sulla questione indennità-beneficenza del Sindaco e scrivono: “Abbiamo saputo, non con poco stupore per la verità, che il Sindaco di Sant’Agnello da oltre due anni devolve la propria indennità ad Enti ed associazioni di volontariato. Non è che non ci crediamo ma ci fa piacere sapere chi sono gli Enti e le associazioni e quando e quanto hanno percepito tali emolumenti (circa 30.000 euro). Attendiamo risposte“.