Piano di Sorrento, ancora Carabinieri in Comune: registrazioni dei consigli comunali

Stampa

Comune di Piano di SorrentoPIANO DI SORRENTO – Procede a ritmi serrati l’inchiesta sulla gestione dei lavori pubblici partita dal blitz dei Carabinieri su mandato della Procura di Torre Annunziata. L’altra mattina proprio i Carabinieri hanno effettuato un altro sopralluogo in Municipio dove hanno prelevato le registrazioni di alcune sedute di Consiglio comunale. Ne consegue che anche il livello politico è stato attenzionato dagli inquirenti che hanno in mano un corposo dossier dai contenuti molto interessanti e sono alla ricerca di conferme delle ipotesi investigative su quello che è stato definito un vero e proprio sistema che, da Piano di Sorrento, allunga i tentacoli anche nel resto della Penisola attraverso tecnici e ditte edili.

Nei giorni scorsi gli inquirenti hanno ascoltato qualche esponente politico pianese su fatti ben circostanziati per cui gli sviluppi sull’inchiesta potrebbero essere imminenti. L’altro ieri sera infine si è verificata l’aggressione in Piazza Cota, da parte di due individui, ai danni di un tecnico coinvolto nell’indagine e che, secondo indiscrezioni, proprio stamattina avrebbe dovuto rendere testimonianza al PM. Ricoverato in Ospedale a Sorrento ha reso dichiarazioni sull’accaduto. Intanto la tensione nel Palazzo comunale è salita alle stelle e questa volta la politica è chiamata a fare i conti con vicende anche trascorse sulle quali solo apparentemente era calato il silenzio e che, alla luce dell’inchiesta, tornano di attualità fornendo una diversa lettura dei fatti e portando alla luce situazioni finora sottaciute.