Massa Lubrense, patto Balduccelli-Mosca per sconfiggere Lello Staiano

Stampa
Lello Staiano

Lello Staiano

Lorenzo Balduccelli

Lorenzo Balduccelli

MASSA LUBRENSE – Nella cittadina costiera che andrà alle urne a maggio si prepara la successione al sindaco Leone Gargiulo che per dieci anni ha guidato l’Amministrazione. A succedergli sarà Lello Staiano, imprenditore del settore abbigliamento, che da tempo ha raccolto il testimone di Gargiulo e affila le armi per una campagna elettorale che all’improvviso si è complicata. Infatti a sfidarlo è ancora una volta Lorenzo Balduccelli, sconfitto cinque anni fa da Gargiulo, in un’inedita alleanza con l’ex primo cittadino Antonio Mosca che, rompendo gli indugi, ha optato per rafforzare la compagine sostenuta da un altro ex sindaco, Tommaso Staiano, in grado di mettere a dura prova il successore di Gargiulo se non addirittura di strappargli la poltrona.

Lello Acone

Lello Acone

Tant’è che per blindare un consenso che potrebbe sentirsi svincolato da “obblighi elettorali“, il Sindaco uscente starebbe maturando l’idea di candidarsi per il Consiglio comunale garantendo lo sprint a Staiano. Un sacrificio all’insegna di una continuità utile ad accompagnare il successore soprattutto nelle sfide impegnative che lo attendono: in primis la realizzazione del Porto di Marina della Lobra che ormai è prossimo a decollare nonostante la forte opposizione di ambientalisti e comitati civici. “Il Patto per la Città” di Balduccelli ha già attivato i propri comitati e si muove a trecentosessanta gradi per una campagna elettorale che sarà giocata sul filo di lana. Con lui ancora una volta l’avv. Giovanna Staiano, mentre in queste ore è stata ufficializzata dal diretto interessato, Lello Acone, la candidatura con Balduccelli.

Il blogger lubrense, che ha raggiunto un successo strabiliante in termini di contatti sul proprio sito web, ha spiegato in antemprima le regioni di questa decisione che val la pena approfondire: “Penso che prima di tutti gli altri, prima che quanto sto per dirvi sarà riportato da altri, sia giusto che sia io a spiegarvi i motivi di una scelta. Dopo tentennamenti sul da farsi, mentre spesso mi promettevo di non mettermi in gioco nella prossima tornata elettorale così come chiesto dai miei cari e consigliato da tanti amici e limitarmi a continuare a far quel che faccio già da quasi nove anni, cavolo come passa il tempo, continuavo ad aver contatti con gli amici che saranno candidati alle prossime elezioni, più del gruppo di minoranza che non l’altro a dire il vero, che mi chiedevano quali fossero le mie intenzioni ed eventualmente di scendere in campo con Loro. Tre sono stati i fattori che mi hanno guidato nella scelta. Ma prima di elencarli, voglio fare una premessa: siccome sto sentendo in giro che io starei elemosinando un posto nella lista di Lello Staiano, voglio scriver qui come stanno le cose senza paura di esser smentito e convinto che la verità checchè se ne dica è e rimane una sola“.