Siamo Piano: vieni e firmaci…una cambiale in bianco!

Stampa

cambialePIANO DI SORRENTO – Questa sera al Centro Culturale Comunale si riuniscono i promotori del Movimento “Siamo Piano” fondato dai Consiglieri Gianni Iaccarino e Maurizio Gargiulo col sostegno determinante del Sindaco Giovanni Ruggiero. Presentano il “manifesto ideologico” del Movimento e soprattutto, come ha preannunciato il primo cittadino con un sms inviato nei giorni scorsi, si potrà sottoscrivere il modulo col quale si aderisce a “Siamo Piano” iniziando un percorso lungo fino alle elezioni della primavera 2016. “Perchè dovrei iscrivermi al Movimento?” è la domanda che si sono posti alcuni degli invitati che di “cambiali in bianco” non ne vogliono sentir parlare.

Salvatore Cappiello

Salvatore Cappiello

Ass. Rossella Russo

Ass. Rossella Russo

Tanto più che qui trattasi di una vera e propria “minestra riscaldata” visto che a tirar le fila del neonato Movimento sono sempre le stesse persone che, da oltre 20 anni, si scambiano ruoli e poltrone, ma stanno sempre lì a tener mani in pasta a difesa di un sistema che sembra riottoso a qualsiasi serio confronto sui risultati di questi 20 e passa anni, sulle persone che hanno amministrato e su quello che intendono fare per i prossimi 5 anni mentre del restante anno e mezzo che manca alla fine della consiliatura sembra che nè al sindaco nè al resto della maggioranza aperta agli ex “In primo Piano” importi più di tanto. Per di più anche chi cerca di mantenere, per puro calcolo elettorale, un basso profilo, come per esempio il vice sindaco Salvatore Cappiello e l’assessora Rossella Russo, ha accettato di aderire al Movimento col risultato che soltanto un consigliere di maggioranza per ora non ha firmato, forse perchè qualche dubbio gli sarà pure venuto sulla bontà dell’operazione. Praticamente l’Amministrazioen uscente, non avendo altra strada davanti a sè, è passata armi e bagagli nel nuovo soggetto associativo che, per il momento, è ufficialmente guidato dall’accoppiata Gianni Iaccarino e Maurizio Gargiulo.

Si lascia trapelare l’ipotesi che a scegliere chi sarà il futuro candidato sindaco ci penseranno gli stessi elettori attraverso le “primarie“: insomma una vera corsa fratricida che, per il momento, la si tiene lontana dal confronto visto che su una sola cosa sembrano esseri tutti d’accordo: non bisogna perdere il Municipio e solo serrando i ranghi si può sbarrare la strada all’accoppiata Anna&Vincenzo Iaccarino che non fa dormire sonni tranquilli a Ruggiero e continua a macinare terreno oltre che a passare in rassegna gli atti dell’Amministrazione. Alla resa dei conti Cappiello pensa di restare lui in campo nei panni del salvatore della patria, di diventare il legittimo successore di Ruggiero e quindi guidare la corazzata che garantirà a tutti altri cinque anni di governo locale…con la buona pace del Paese che li voterà!