Sant’Agnello, l’Opposizione “incoraggia” Sagristani a candidarsi alle regionali

Stampa
P. Sagristani

P. Sagristani

SANT’AGNELLO – La stampa locale ha dato ampio risalto a un’ipotetica candidatura di Piergiorgio Sagristani, sindaco di Sant’Agnello, alle elezioni regionali del 2015 nella lista di Forza Italia, area in cui gravita l’ex assessore provinciale al turismo. L’interessato ha declinato l’invito motivandolo con la voglia di privilegiare l’amministrazione del proprio Comune. Accardi S.Agnello foto PinPDall’opposizione dei “Liberi e Uguali” arriva invece l’invito ad accettare quest nuova sfida: “Regionali, Forza Italia vuole candidare il sindaco Sagristani. Se così fosse invitiamo Sagristani a non rifiutare nascondendosi dietro “il bene del paese” ma di avere coraggio ed accettare la candidatura. Tutto il paese gli sarebbe vicino e Sant’Agnello stessa non potrebbe che averne benefici“.

Gennaro Cinque

Gennaro Cinque

Nell’eventualità Sagristani dovesse prendere in considerazione la candidatura, Sant’Agnello tornerebbe alle urne dovendosi il sindaco dimettere prima della presentazione delle liste. Un’ipotesi che ancora non è stata del tutto scartata per il pressing dei vertici di F.I. che vorrebbero puntare su una figura rappresentativa della Penisola Sorrentina. In corsa potrebbe esserci anche un altro sindaco, Gennaro Cinque di Vico Equense, che starebbe rimuginando sul da farsi non avendo, allo stato, un’immediata soluzione per la guida del Comune come invece sembra averla il suo collega santanellese. Infatti se Sagristani accettasse di candidarsi alle regionali, a prenderne il posto sarebbe Clara Accardi, attuale vice sindaco e prima eletta alle elezioni del 2013. Le quotazioni della Accardi sono in netta ascesa per la sua capacità di interpretare con equilibrio un ruolo delicato vista anche la personalità del primo cittadino.

Antonino Coppola

Antonino Coppola

Sul fronte dell’opposizione invece lo sfidante sarebbe non più Gian Michele Orlando, ma il dottor Antonino Coppola del PD che già nel 2013 cercò di sfilare, all’ultimo minuto, la riconferma di Orlando alla guida della lista “Liberi e Uguali”, circostanza che provocò non pochi problemi alla civica cui aderì, dopo l’ennesimo giravolta, Pietro Gnarra (PD) che di Orlando era stato vice sindaco per poi sottoscrivere lo scioglimento del consiglio comunale e quindi ritornare alla corte di Orlando. Voci insistenti però riferiscono dell’interesse di Gnarra a candidarsi alle comunali a Sorrento nella lista del PD. Per ora si tratta di indiscrezioni che potranno essere confermate nelle prossime settimane sulla base degli sviluppi legati alle scelte regionali.