Piano di Sorrento, Iaccarino&Iaccarino: mettiamo in liquidazione la Gori

Stampa
Anna e Vincenzo Iaccarino

Anna e Vincenzo Iaccarino

PIANO DI SORRENTO – Una proposta di delibera che è destinata a far discutere…e non poco quella che hanno presentato i Consiglieri di “Piano oggi e domaniVincenzo e Anna Iaccarino. Si tratta  dell’approvazione del protocollo d’intesa per la adesione alla rete dei Sindaci dei Comuni A.T.O. 3 per la gestione pubblica del servizio idrico. Un atto all’apparenza innocuo e che invece può riservare sorpresa non solo per Piano di Sorrento, ma per l’ intersa Penisola Sorrentina. piano-oggi-e-domani-grandeTra gli obiettivi di questo protocollo risaltano quelli di “…ribadire il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio idrico e che tutte le acque, superficiali e sotterranee, anche se non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà; riconoscere che la gestione del servizio idrico è un servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini; sostenere la Proposta di legge d’iniziativa popolare concernente: “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e disposizioni per la ripubblicizzazione del servizio idrico”. GORIE ancora: Promuovere, pertanto, ogni iniziativa atta al raggiungimento della ripubblicizzazione del Servizio Idrico Integrato nell’intero territorio dell’Ambito Sarnese-Vesuviano (ATO 3); promuovere la partecipazione dei cittadini, anche tramite la forma associativa dei Comitati Civici, alle scelte fondamentali relative alle politiche di tutela dell’acqua e di gestione del servizio idrico integrato coinvolgendo anche i lavoratori del settore”, ma soprattutto quello “…di attivare ogni mezzo utile volto ad ottenere la messa in liquidazione della società G.O.R.I. SpA, attuale soggetto pubblico-privato gestore del servizio idrico integrato nell’Ambito Sarnese-Vesuviano (ATO 3)”.
Insomma un autentico foglio di via alla società che da circa dieci anni gestisce il servizio idrico integrato e che in tutto questo tempo, secondo i Comuni aderenti al protocollo, si sarebbe “…contraddistinta per inefficienza e incapacità gestionale” tanto che per il solo 2011 la società avrebbe presentato ”… un bilancio in perdita di quasi 6 milioni di euro”. Se dovesse ricevere la approvazione Piano di Sorrento diverrebbe il primo Comune dell’area ad aderire all’iniziativa.

delibera acqua pubblica pdf