Non c’è miglior sordo di chi non vuol sentire…Smettiamola con le ipocrisie!

Stampa

di Vincenzo Califano

Antonio Marciano

Antonio Marciano

Non si comprende la ragione per la quale si cerca di spacciare per falso o come non veritiero l’intervento dell’On. Antonio Marciano (PD) sull’incompatiblità del Sindaco Leone Gargiulo (ma anche di qualcunque altro amministratore) a “militare” nel PD se non si adegua alle linee del partito su questioni strategiche quali possono esserlo i temi urbanistici e ambientali. Per una volta che un esponente del PD parla fuor dai denti e peraltro non smentisce quanto affermato, assistiamo a una corsa ingiustificabile da parte di qualche politico e di qualche giornalista a smentire quello che hanno ascoltato i presenti alla conferenza del PD e che è possibile riascoltare grazie ai video su boxlandia che pubblichiamo in home page. Non ci meraviglia tutto ciò per una serie di motivi che, senza intento polemico, proviamo a spiegare soprattutto ai lettori.

DSCN9481Alcuni “testimoni” dell’evento sono arrivati in ritardo e sono andati via in anticipo per cui hanno avuto, diciamo così, una visione incompleta di quanto è stato detto dai partecipanti alla conferenza. Altri erano distratti alle prese con i propri cellulari, magari twittando, per cui non hanno inteso o hanno male inteso. Noi, purtroppo per loro, non solo abbiamo seguito tutto l’evento ma, video-registrandolo, abbiamo ascoltato attentamente e riascoltato…Soprattutto abbiamo anche compreso il senso delle parole, esercizio quest’ultimo non semplice e alla portata di tutti! Piuttosto un osservatore e ascoltatore attento qual è Vincenzo Carratù, giornalista oltre che consigliere comunale a Massa Lubrense, si è premurato di contattarci per esprimerci il proprio apprezzamento per aver intercettato e rilanciato la notizia ai più sfuggita! Ma quella di Marciano è poca cosa rispetto a quanto dichiarato da un altro partecipante alla conferenza e che pure sembra essere sfuggito ai tanti solerti e puntigliosi presenti.

LE GRAVI ACCUSE DEL WW PENISOLA SORRENTINA

Johnny Pollio, Claudo D'Esposito, Vincenzo Carratù

Johnny Pollio, Claudo D’Esposito, Vincenzo Carratù

Mi riferisco alle gravi dichiarazioni di Claudio D’Esposito, responsabile del WWF della Penisola Sorrentina, che ha tracciato un quadro davvero allarmante, se non addirittura preoccupante, sulla situazione che coinvolge direttamente le Amministrazioni locali con una rete di complicità, connivenze e tradimenti della funzione pubblica cui sono preposte a vantaggio anche del malaffare che sembra farla da padrone negli enti locali e non solo della suggestiva Costiera del Grand Tour! Anche questo video (è il primo dello speciale Boxlandia) lo si può vedere e riascoltare, così che qualche giornalista e opinionista possono cimentarsi nell’esercizio di renderne conto all’opinione pubblica per dovere deontologico e per rispetto al coraggio della denuncia fatta da D’Esposito. Per quanto ci riguarda crediamo che le affermazioni circostanziate del responsabile del WWF meritano di essere approfondite dall’Autorità Giudiziaria perchè delineano un quadro gravissimo della situazione su cui occorre far luce anche con sollecitudine se si vuole scongiurare il peggio! Soltanto l’ipotesi paventata dal WWF che nel cemento armato utilizzato per boxlandia possano essere occultati pericolosissimi rifiuti tossici (quelli stessi della Terra dei Fuochi tanto per intendersi!) dovrebbe far rimbalzare sulla sedia politici e amministratori locali con tutta la loro corte mediatica di rinforzo! Prima di scrivere sciocchezze ognuno impari a fare il proprio mestiere e, se non può, almeno taccia!