Primarie PD regionali, successo a Sant’Agnello: il commento di Lucia Gargiulo

Stampa
Lucia Gargiulo

Lucia Gargiulo

Le primarie del Partito Democratico per eleggere il nuovo segretario regionale del Partito oltre a suscitare scarso o nullo interesse nell’elettorato peraltro frastornato dalla prepotente ascesa al governo di Mattero Renzi, hanno provocato una serie di contestazioni soprattutto in Campania dove si fronteggiavano tre contendenti espressione delle diverse aree del partito.

Ass. Antonino Coppola

Ass. Antonino Coppola

Alla fine l’ha spuntata la Tartaglione, parlamentare renziana, non senza lasciarsi alle spalle un mare di polemiche. Nei Comuni della Penisola Sorrentina, fatta eccezione per Sant’Agnello, in termini di partecipazione al voto si può parlare di una debacle.

Assunta Tartaglione

Assunta Tartaglione

Questo è stato il responso delle urne:

Vico Equense: 87 votanti (Tartaglione 68 – Vaccaro 18 – Grimaldi 1)
Meta: 125 votanti (Tartaglione 102 – Vaccaro 20 – Grimaldi 3)
Piano di Sorrento: 64 votanti (Tartaglione 10 – Vaccaro 39 – Grimaldi 15)
Sant’Agnello: 332 votanti (Tartaglione 266 – Vaccaro 24 – Grimaldi 41 – 1 bianca)
Sorrento: 47 votanti (Tartaglione 7 – Vaccaro 9 – Grimaldi 31)
Massa Lubrense: 74 votanti (Tartaglione 39 – Vaccaro 0 – Grimaldi 35)

OBIETTIVI PUNTATI SULL’EMERGENZA LAVORO

Le bassissime percentuali di votanti che si sono registrate in tutti i Comuni pongono una serie di problemi sulla validità di una formula che, per dare un risultato tangibile, dovrebbe celebrarsi contestualmente per tutti i livelli: cioè da quello nazionale a quello regionale e forse anche territoriale. In questo modo il corpo elettorale sceglierebbe con una sola votazione i responsabili del partito ai diversi livelli. Sarebbe anche più serio e più rispondente alle esigenze di una forza politica che, scegliendo questa formula, ha deciso di affidarsi ai cittadini anche non iscritti per scegliere le persone cui affidare la linea politica del partito. In questa ottica e visto il rinnovamente che c’è stato in Penisola Sorrentina i nuovi responsabili del PD devono interrogarsi sulle ragioni di questa crisi di partecipazione a dispetto del grande interesse che il partito di renzi sta suscitando ovunque. Volantino PDHa fatto eccezione il Comune di Sant’Agnello dove il segretario cittadino Lucia Gargiulo non nasconde la soddisfazione per il risultato conseguito: “Il lavoro di sensibilizzazione che abbiamo fatto in questi giorni sicuramente ha prodotto un risultato positivo…E’ vero che la presenza di un candidato (Antonino Coppola, ndr) ha sicuramente stimolato la partecipazione, ma per noi vale il ragionamento che tutte le elezioni hanno un valore e perciò bisogna incalzare gli elettori che in questo modo si sentono partecipi, coinvolti e responsabilizzano chi ha ruoli politici e istituzionali“. Che il PD a Sant’Agnello stia attraversando una stagione di cambiamento lo conferma, oltre alla partecipazioni degli elettori, anche l’iniziativa politica. Sabato 22 febbraio si svolge un importante convegno sui temi del lavoro organizzato proprio dal PD di Sant’Agnello e che si terrà al Teatro San Giuseppe. “Avevo preso l’impegno di qualificare l’azione del PD, nel momento in cui ho assunto la responsabilità della segreteria, sui temi più importanti del momento e che sono quelli del lavoro, della famiglia, delle pari opportunità, dei giovani, dell’istruzione. Il lavoro riveste una priorità assoluta, direi strategica, e per questo abbiamo promosso un confronto aperto alla comunità peninsulare su un tema che è in assoluto quello più scottante e per il quale occorre spendersi a tutti i livelli per dare risposte concrete alla gente”, evidenzia Gargiulo. Al seminario partecipano i rappresentanti dell’ANCL Maurizio Buonocore e Anna Maria Granata, rispettivamente presidente provincia e regionale dell’Associazione Professionale, il presidente dell’Ordined ei Consulenti del Lavoro Edmondo Duraccio, la portavoce del PD peninsulare Stefania Astarita, gli onorevoli Leonardo Impegno e Valeria Valente. A portare i saluti dell’Amministrazione comunale ci sarà il sindaco Pietro Sagristani, mentre moderatore del dibattito sarà il giornalista Vincenzo Califano.