Legge sul Turismo, in Regione non c’è accordo nella maggioranza

Stampa
Antonio Marciano (Pd)

Antonio Marciano (Pd)

NAPOLI – “La discussione relativa alla legge regionale sul turismo è stata l’ennesima prova dell’inconsistenza della maggioranza di governo, con i lavori della III Commissione impantanati dai veti incrociati sugli emendamenti proposti dall’assessore Pasquale Sommese e da diversi colleghi. Un testo che, bisogna ricordarlo, la stessa Commissione ha già approvato il 4 dicembre 2012, ma che continua a rimanere imbrigliato nelle pieghe di un centrodestra in piena confusione e dilaniato dai conflitti interni”. Così Antonio Marciano, vicecapogruppo del Pd al Consiglio regionale della Campania, dopo la seduta della III Commissione consiliare per il riesame del Testo Unificato “Organizzazione del Sistema Turistico in Campania”.

Per quanto ci riguarda, come Partito Democratico abbiamo ribadito la disponibilità ad affrontare immediatamente la discussione e l’approvazione finale della legge in Consiglio. Avvertiamo la necessità di dotare una grande regione a vocazione turistica, come la Campania, di un modello di governance autorevole e qualificato nella sua capacità di programmazione e di gestione, nonché leggero nella sua struttura, evitando inutili appesantimenti derivanti dalla intermediazione della politica”, ha precisato Marciano.