Compleanno amaro per Cappiello…Incalza la resa dei conti a Piano di Sorrento

Stampa

COMPLEANNO AMARO PER SALVATORE CAPPIELLO

Salvatore Cappiello

Salvatore Cappiello

44° compleanno amaro per Salvatore Cappiello, vice sindaco di Piano di Sorrento, che ieri ha dovuto incassare l’ennismo stop alla delibera di riassetto del personale comunale in occasione della Giunta riunita dal Sindaco fuori dal palazzo, nella biblioteca comunale, con l’intento di eludere ascolti indesiderati e la conseguente pubblicità sui media dell’ennesimo fallimento. Lo scontro, che ancora una volta si è consumato sulla delibera di riassetto del personale comunale, provvedimento fortemente voluto da Cappiello, la dice lunga sull’affidabilità di un esecutivo che ha preso le distanze da quella che viene definita la triade: Ruggiero-Cappiello-Gargiulo. Manca infatti un voto fra gli altri tre disponibili: Rossella Russo, Vincenzo Iaccarino e Daniele Acampora. I tre Assessori, con diverse sfumature per il momento con lo stesso esito, non sono daccordo sul provvedimento e nessuno è disposto a votare la delibera se non all’unanimità.

IACCARINO RUSSO E ACAMPORA DICONO NO ALLA DELIBERA…

Vincenzo Iaccarino e Rossella Russo

Vincenzo Iaccarino e Rossella Russo

Dei tre, Iaccarino ha più volte ripetuto che ritiene il provvedimento sbagliato in questo momento e non è disponibile a votarlo al di fuori di un ragionamento serio che individui le soluzioni senza penalizzare strumentalmente la macchina amministrativa. Del resto se per dieci anni lo stesso Ruggiero si è occupato di personale comunale, da assessore oltre che da sindaco, e grandi cambiamenti non ne ha fatti, qualche ragione pure dovrà esserci. La Russo, nonostante sia considerata molto vicina al Sindaco Ruggiero, non appare però disposta a fare un passo in dietro. Si è resa conto che Cappiello sta lavorando contro di lei e che punta per il futuro sul ritorno dell’ex assessora Annalisa Pasquariello da tempo contattata e messa in allerta in vista delle prossime elezioni.

IL VALZER DEI FUNZIONARI…

Giacomo Giuliano

Giacomo Giuliano

Se ci si aggiunge che negli obiettivi di Cappiello c’è anche la sostituzione, come vice segretario, di Giacomo Giuliano, cioè del marito della Russo, in favore dell’attuale ragioniere capo, Vincenzo Limauro, è chiaro che questa delbiera assume un signifciato strategico in chiave elettorale essendo finalizzata al posizionamento di Cappiello quale candidato sindaco di uno schieramento che prevede anche l’intesa con Maurizio Gargiulo, Giovanni Iaccarino e addirittura l’ex sindaco Luigi Iaccarino che, secondo il settimanale Agorà oggi in edicola, starebbe riscaldando i muscoli per tornare in pista e favorire l’elezione di Cappiello. Si sarebbero detti fra di loro: “...qui tutti dobbiamo provare a fare il sindaco…Ci è riuscito Luigi, ci è riuscito Giovanni…Il prossimo dovrà essere Cappiello che se lo merita e poi sarà il turno anche di Gianni e di Maurizio. Per tutti gli altri non c’è posto e così ci siamo assicurati il controllo del Palazzo almeno per i prossimi vent’anni“. Tra gli altri movimenti di vertice si parla di una promozione alla guida dei VV.UU. di Luigi Maresca, attuale funzionari del 2° settore oltre alla sostituzione di Carlo Pepe al 3° settore.

FUORI IACCARINO…MA CHI ENTRA AL SUO POSTO?

Gianni Iaccarino

Gianni Iaccarino

Allo stato per Cappiello la soluzione per uscire dall’impasse e rompere l’assedio dei tre Assessori è rappresentato dalla “cacciata” dalla giunta di Vincenzo Iaccarino. Un provvedimento che rischia di essere deflagrante per la maggioranza e che vede proprio il Sindaco Ruggiero perplesso sull’efficacia della soluzione escogitata da Cappiello. A quel posto aspirano in tanti, forse troppi: in prims Gianni Iaccarino che, a dispetto delle dichiarazione ufficiali, avrebbe raggiunto un accordo di ferro con Cappiello; Alberto Maggio, da sempre in seconda fila, ma bisognoso di acquisire più forza e visibilità, oltre che potere;

Costantino Russo

Costantino Russo

Costantino Russo, per meriti elettorali, ma le argomentazioni usate da Cappiello per ridimensionarne le ambizioni sembrerebbero forti! Senza contare che Maurizio Gargiulo è stanco di stare in panchina e il suo ritorno quale titolare del bilancio sarebbe apprezzato anche dall’Ufficio che sembra “soffrire” il tecnico Acampora per il quale non c’è spazio nella futura lista di Cappiello perchè il suo posto è già impegnato da Marco D’Esposito, attuale presidente della Pro Loco e assessore al turismo in pectore, già promosso sulla scena politica comprensoriale rappresentando il Comune di Piano di Sorrento nella riunione dei sei Assessori convocata per organizzare il Carnevale. Anche per Acampora ci sarebbe il “contentino” purchè non ostacoli il progetto di Cappiello e si faccia da parte al momento giusto!