La Ministra del NCD attaccata alle tre P: poltrone, potere e prebende

Stampa
Nunzia De Girolamo e Francesco Boccia

Nunzia De Girolamo e Francesco Boccia

Ogni giorno che passa si leggono sulla stampa – Il Fatto Quotidiano – le conversazioni di Nunzia De Girolamo, Ministro dell’Agricoltura in quota Nuovo Centro Destra, e solo uno stolto non si rende conto che, seppur registrata abusivamente da un suo sodale politico, la Ministra sfoggia un repertorio della peggior politica che Ella osa spacciare per ingenuità! Ma ci faccia il piacere….direbbe Totò con l’aggiunta di un pernacchio! Politica senza onore  nè trasparenza, istituzioni asservite ai propri interessi tutelati con azioni spregiudicate. E’ un deliqnuente chi l’ha registrata? Se si hanno tali frequentazioni qualcosa pure vuol dire, o no? Ma la Ministra è voracemente attaccata alla poltrona, come gli altri Colleghi, cresciuta e pasciuta all’ombra e alla corte di Berlusconi diventando forse anche peggio di Berlusconi.

Neanche il matrimonio col Pd Boccia è riuscita a contaminata di quella pseudo ipocrisia di cui una certa sinistra sa pur farsi vanto, ma quasi sempre a chiacchiere attaccata anch’essa – la sinistra – com’è alle poltrone, al potere e alle prebende. Il buon Vincenzo Iurillo con Marco Lillo ha messo a nudo questo sistema e questa giovane Ministra che fugge davanti alle telecamere di Piazza Pulita quando la giornalista la inchioda alle sue parole e, quindi, alle sue responsabilità politiche e morali. Lei resiste in un partito, il NCD, che in proporzione vanta un numero di inquisiti anche superiore a quelli di FI. Insomma ci rendiamo conto nella mani di chi sta il Governo del Paese? E se Renzi dichiara che c’è “pronfoda sintonia” con Berlusconi sulla legge elettorale (e forse anche su altro) vuol dire che per quest’Italia davvero non c’è più scampo ed è quasi l’ora di proclamare il …si salvi chi può!