Sant’Agnello, presentato lo Sporting Club della MSC: l’omaggio di Aponte

Stampa
La benedizione di Don Natale Pane

La benedizione di Don Natale Pane

SANT’AGNELLO – Non ci sono parole per definire lo spettacolo rappresentanto da questa struttura sportiva all’avanguardia realizzata dalla MSC di Gianluigi Aponte per farne omaggio ai circa 4000 dipendenti del Gruppo Armatoriale che operano nell’area costiera e ai loro familiari che vi potranno trascorrere il tempo libero e svolgervi attività sportive e ludico motorie con tutti i comfort. Anche i cittadini di Sant’Agnello avrenno la possibilità di accedere all’impianto, per due volte la settimana, gratuitamente grazie all’accordo che il Comune ha stipulato con la Marinvest, la società della MSC che gestisce queste strutture della compagnia. Più di tutti è soddisfatto il primo cittadino di Sant’Agnello, Pietro Sagristani, che nel suo secondo mandato gettò le fondamento per realizzare l’operazione che è proseguita durante il sindacato di Gian Michele Orlando (come eviodenziato nel suo intervento dallo stesso Sagristani) fino a giungere oggi a compimento ed aprirsi alla città. Peraltro Sagristani ha evidenziato come questa struttura nasca su un terreno confiscato dal Comune perchè vierano state realizzate opere edili abusive e che quindi la sua riconversione rappresenta il risultato di un’ottima sinergia pubblico-priovato finalizzata a dare un servizio a un’ampia comunità fatta da migliaia di persone tra dipendenti, loro familiari e cittadini di Sant’Agnello.

Piscina

Piscina

Domenica 15 dicembre è stata una giornata riservata al personale della MSC che ha potuto apprezzare questo “dono” fatto loro dal proprio datore di lavoro. Oggi è stata la volta delle Autorità accorse in massa all’evento e della stampa cui è stata presentata la struttura progettata dall’ing. Antonio Elefante ormai uno specialista delle grandi opere nella Penisola Sorrentina. Anche il tempo ha collaborato assicurando una magnifica giornata dal tepore quasi primaverile che ha permesso alle centinaia di ospiti che hanno partecipato all’evento di godere il parco di oltre 10mila mq e partecipare a un ricco buffet sui bordi della piscina di 25 m per 12,5, a sei corsie, e che è stata realizzata con tecnologie all’avanguardia. Don Natalino Pane, parroco di Sant’Agnello, ha benedetto il taglio del nastro prima dei discorsi di rito da parte dei vertici della MSC rappresentati da Franco Ronzi. Insomma un’opera che ha pochi eguali per genere e finalità e che riconosce ad Aponte un primato assoluto: quello di datore di lavoro più affezionato ai propri dipendenti e alle loro famiglie, oltre che alla sua terra d’origine. Non a caso alla domanda del cronista de Il Sole 24 Ore su quanto sia costata l’opera, Ronzi quasi stizzito ha risposto: “E’ un regalo del Sig. Aponte… e a un regalo non si chiede quanto è costato!”