Primarie PD, con Civati è candidata l’avv. Antonella Paturzo

Stampa
Antonella Paturzo

Antonella Paturzo

SORRENTO – Mancano 24 ore all’apertura dei seggi elettorali per le elezioni primarie del Partito Democratico e “scopriamo” che nella lista del candidato Pippo Civati (che ha raccolto maggior consensi nella consultazione degli iscritti della Penisola Sorrentina) è cadidata Antonella Paturzo, avvocato di Sorrento è già componente dell’assemblea nazionale del partito. Votare Pippo Civati significherà perciò anche supportare la sua candidatura e dare quindi una rappresentanza nella nuova assemblea nazionale del Pd alla Cositera. “Un motivo in più  per votare  Civati – afferma Antonella Paturzoma certo non l’unico. Tutti i candidati hanno messo l’accento sulla necessità di cambiare il PD, ma solo Civati è riuscito a costruire una prospettiva seria di innovazione, mettendo in campo idee di sinistra e candidando giovani lontani dalla logica del correntismo, che ha distrutto il partito, come dimostra il voto dei 101 franchi tiratori.

In questi mesi Civati ha detto parole chiare sulla legge elettorale, sulla necessità di tornare al voto e il suo spessore politico è emerso chiaramente nel confronto televisivo su Sky. E poiché si vota il segretario del Pd,  è bene ricordare  che Civati è l’unico che propone  di snellire gli organismi nazionali perché possano funzionare meglio e realizzare proprio quella rappresentanza dal basso da tutti invocata, ma solo in maniera retorica.
Insomma, i motivi per votare Civati sono proprio tanti, non ultimo il fatto che parli di “questione maschile” in Italia, dal momento che la nostra  è ancora una società patriarcale, in cui la maggiore libertà delle donne è vissuta come una minaccia e non un’opportunità. Solo così si spiega il dilagare del fenomeno del femminicidio nel nostro Paese. E invece le donne sono il vero motore di cambiamento oggi, ed è  per questo che chiedo un voto soprattutto a loro, perché il nostro protagonismo nella società e nella politica italiana possa crescere con l’aiuto del Pd di Pippo Civati”.