La “Lega Sorrentina” di Sagristani&Cuomo fa adepti anche a Piano di Sorrento

Stampa
Vincenzo Iaccarino

Vincenzo Iaccarino

La politica peninsulare si va riposizionando sugli scenari locali mantenendo un occhio sempre rivolto a quanto sta accadendo a livello nazionale dove l’avvento trionfante di Matteo Renzi alla guida del PD è destinato a produrre effetti anche negli enti locali della Penisola Sorrentina. Fino a oggi le Amministrazioni hanno mantenuto un basso profilo politico separando la vita delle maggioranze dagli orientamenti e dalle scelte politiche individuali.

Pasquale D'Aniello

Pasquale D’Aniello

A rompere lo schema ci hanno pensato per primi due sindaci, Leone Gargiulo a Massa Lubrense e Paolo Trapani a Meta, che hanno deciso di aderire al PD sulla scia dell’avvento di Renzi. Sul fronte del centro-destra si sono mossi altri due sindaci, Giuseppe Cuomo e Pietro Sagristani col rinforzo di Raffaele Apreda potente assessore ai LL.PP. a Sorrento  che hanno deciso di temporeggiare, dando vita però alla Lega Sorrentina, cioè a  un Movimento con radici territoriali che intende lavorare sul territorio e per il territorio. Per rafforzare la loro scelte Sagristani e Apreda hanno deciso di lasciare anche gli incarichi sin qui ricoperti in Provincia a Napoli.

Giuseppe Cuomo e Pietro Sagristani

Giuseppe Cuomo e Pietro Sagristani

Sullo sfondo l’obiettivo ambizioso di dar vita al Comune Unico della Penisola Sorrentina che diventa un cavallo di battaglia del neonato movimento cui guardano con interesse svariati amministratori peninsulari. A Piano di Sorrento è data per certa l’adesione alla Lega da parte di due esponenti di primo piano dell’Amministrazione-Ruggiero: l’assessore Vincenzo Iaccarino e il consigliere Pasquale D’Aniello che vantano entrambi ottimi rapporti con Sagristani e soprattutto sono impegnati a portare avanti iniziative a carattere comprensoriale, quindi in perfetta sintonia con la mission del neonato Movimento. Non a caso insieme al Comune Unico troviamo l’Ospedale Unico della Penisola Sorrentina, struttura destinata a nascere proprio a Sant’Agnello e che ha visto in Vincenzo Iaccarino il promotore fino a ottenere l’inclusione della proposta nel piano di riordino sanitario su base regionale presentato a Stefano Caldoro dal manager sanitario dell’Asl Na3 Sud Maurizio D’Amora.

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

I due Amministratori pianesi, in linea con quanto avverrà prossimamente in vari consigli comunali, potrebbero costituire un vero e proprio gruppo della “Lega Sorrentina“, ovviamente nell’ambito della maggioranza, proprio per dare visibilità anche al progetto cui stanno lavorando diversi amministratori locali peninsulari. Del resto l’assenza di una collocazione politica da parte del sindaco Giovanni Ruggiero e dei suoi più stretti collaboratori lascia campo libero, sul piano politico, ai componenti del gruppo di maggioranza che, evidentemente, avvertono come qualunque altro cittadino il bisogno di tornare alla politica per lavorare e realizzare un progetto di più ampio respiro. Identica motivazione avrà sicuramente ispirato Antonio Russo, capogruppo di maggioranza, a votare alle primarie del PD a Piano di Sorrento. Forse proprio Giovanni Ruggiero in tutti questi anni non ha saputo cogliere il momento migliore per darsi una collocazione politica che lo mettesse in grado di essere più protagonista sulla scena locale e, magari, di giocarsi una qualche partita visto che il suo secondo mandato è in scadenza.

Gennaro Cinque

Gennaro Cinque

Gli spazi per lui sembrano invece costringersi visto che anche il suo collega a Vico Equense, il sindaco Gennaro Cinque, è schierato con la nuova Forza Italia. Peraltro in buona compagnia visto che l’On. Flora Beneduce, consigliere regionale, è stata la  fondatrice del primo circolo FI in Campania e continua a mietere consensi al proprio operato anche in ambito non strettamente politico essendo stata insignita, qualche giorno fa, del prestigioso premio internazionale “Cultura Europa” intitolato al grande scrittore commediografo Oscar Wilde.