Tares, a Piano l’Assessore Acampora riduce del 30% la tariffa per le categorie più penalizzate

Stampa
Luigi Cuomo, Daniele Acampora e Giovanni Ruggiero

Luigi Cuomo, Daniele Acampora e Giovanni Ruggiero

PIANO DI SORRENTO – Si è svolto questo pomeriggio presso il Centro Culturale Comunale l’atteso incontro tra l’Amministrazione comunale e i Commercianti sull’emergenza Tares risoltosi con un accordo sulle “soluzioni studiate e proposte” dall’Assessore al bilancio Daniele Acampora di concerto con l’Assessore al Commercio Vincenzo Iaccarino che si sono reciprocamente riconosciuti i frutti di una collaborazione che, stando a quanto illustrato, sigla l’accordo con quella parte dei commercianti che contestavano le nuove tariffe considerate eccessivamente onerose. Possiamo offrirvi un esclusivo resoconto video dell’incontro che consente di verificare direttamente dichiarazioni e soluzioni prospettate. In sintesi, evidenziano Acampora, Iaccarino e Ruggiero insieme a Luigi Cuomo presidente di Penisola Verde, “...abbiamo lavorato per trovare soluzioni eque e condivise che potessero agevolare le tre categorie di utenze non domestiche (ristoranti, bar, ortofrutta e altri) sulle trenta totali particolarmente colpite dalla nuova tasse sui rifiuti che prevede sistemi di calcolo completamente diversi dai precedenti e che, basandosi sul DPR 158 del 1999, si fonda sul principio delchi più produce più paga, come anche ribadito nella legge 124 del 2013“.

DSCN8610 - CopiaQuesto il cappello del ragionamento che ha visto daccordo gli amministratori nel rivendicare ragioni e titoli messi in discussione dalle polemiche. Spiega Acampora: “Personalmente, nonostante le tariffe fossero state già votate in Consiglio comunale anche con l’astensione (che equivale ad un voto favorevole) di gran della minoranza e che non vi fosse alcun errore nel sistema di calcolo, ho ritenuto giusto ascoltare le categorie rusddette. Pertanto il 25 ottobre con la deliberazione 242 abbiamo attivato il sistema di misurazion puntuale dellaq auntità e qualità dei rifiuti e dato mandato al soggetto gestore Penisola Verde di avviare le pesature, che porteranno ad una riduzione della tariffa a consuntivo tra gli € 5,00 e € 5,46 per le tre categorie; e ancora abbiamo, nella fase di elaborazione del bilancio, predisposto una nuova deliberazione che porteràa un’ulteriore riduzione della tariffa di circa 4 euro così da arrivare a consuntivo ad una riduzione totale perle tre categorie tra il 25 e il 30% senza modificare le tariffe delle altre categorie. vviamente si auspica che nel 2014, considerando che la TARI equivale come sistema di calcolo alla Tares e che lo Stato aggiungerà sempre ai tributi locali proprie addizionali sempre più alte, si riesca a ridurre sostanzialmente il piano finanziario di Penisola Verde rivedendo tutto il piano industriale“.

DSCN8611L’Assessore Acampora, come si può vedere nel video dell’incontro, ci ha tenuto a sottolineare ai Commercianti che questo risultato è stato possibile per la determinazione con cui l’Assessore Vincenzo Iaccarino si è confrontato con lui e con gli uffici e insieme si è provveduto a escogitare una soluzione che ripristina la verità su tutta la vicenda. A margine dell’incontro Acampora ha spiegato che “…ci sono stati due comportamenti da parte dell’Opposizione che non mi sento di condividere. Uno di chi ha voluto la questione della Tares per tentare una ricollocazione politica e quindi prescindendo dai temi tecnici specifici, l’altro di chi ha introdotto una discussione su presupposti sbagliati ed ha parlato di inesistenti errori di calcolo al solo scopo di creare imbarazzo a me e all’amministrazione su una questione molto delicata. Sono convinto che non si debbano mischaire ruoli e funzioni tra chi governa e chi sta all’opposizione. La minoranza deve esercitare il controllo e non fare proposte con l’intento di sostituirsi alla maggioranza…Ne risultano alterati i rapporti e le competenze e si lascia spazio alle speculazioni che non fanno bene alla ricerca della soluzione dei problemi“. Soddisfatto anche Vincenzo Iaccarino per la conclusione di una partita che dovrà approdare, per diventare operativa, nel consiglio comunale in programma per la prossima settimana.