Emergenza maltempo, diramato bollettino della Protezione Civile in Campania…

Stampa
Piazza della Repubblica allagata

Piazza della Repubblica allagata

Le prossime 24 ore, secondo il bollettino diramato dalla Protezione Civile, dovrebbero essere caratterizzate da forti condizioni di maltempo che, anche nella Penisola Sorrentina, determineranno condizioni di grave disagio ed allarme per cui sono state allertate le autorità amministrative locali e i volontari della protezione civile al fine di predisporre il coordinamento degli eventuali interventi che si dovessero rendere necessari. L’ultimo temporale che si è abbattuto sulla Costiera, meno di un mese fa, mise a dura prova il territorio oltre alla mobilità e alla macchina dei soccorsi. Soprattutto a Piano di Sorrento e a Sant’Agnello si dovette fare i conti con dei veri e propri allagamenti del centro cittadino, con pesanti ripercussioni per gli esercizi commerciali oltre che sull’assetto stradale. A Piano di Sorrento, nell’area di Corso Italia all’altezza di Piazza Maercato, sono ancora evidenti gli effetti provocati dalla pioggia e, allo stato, oltre al transennamento dell’area non sembra sia stato fatto alcun intervento per il ripristino del fondo stradale e la messa in sicurezza dell’area.

Beneduce e Martusciello

Beneduce e Martusciello

Le condizioni della maggior parte delle catidoie nel paese sono pessime per cui il rischio che una nuova, pesante ondata di maltempo possa provocare nuovi e gravi danni al paese è concreto oltre che imminente. Allo stato sembra che l’Utc del Comune di Piano di Sorrento sia più interessato alla progettazione e al coordinamento della strada degli ulivi insieme alla grande idea di spianare la statale sorrentina lungo il tratto panoramico di Scutari, secondo quanto richiesto all’assessore Fulvio Martusciello nell’incontro svoltosi in Municipio a Piano di Sorrento insieme agli altri sindaci e assessori della Penisola. Un’idea semplicemente folle, a nostro avviso, sotto tutti i punti di vista non ultimo quello paesaggistico e peculiare di quest’area che si appresta a subire l’ennesimo attacco dalla insaziabile lobby del cemento e dei box interrati più che mai attiva e decisa a mettere a segno il sacco finale della Costiera Sorrentina. Piuttosto si dovrà capire se l’Assessore Martusciello è effettivamente pronto a sposare insieme a Flora Beneduce questo scellerato progetto di devastazione della Costiera che in troppi, e solo a chiacchiere, dicono di amare! Forse il recente passaggio di due sindaci al PD, Leone Gargiulo e Paolo Trapani, potrebbe rafforzare le azioni di contrasto a questi programmi essendo queste battaglie patrimonio, oltre che degli ambientalisti, anche di forze della sinistra.