Berlusconi, in Senato l’ultimo atto della storia politica del Caimano

Stampa

commissione finanze senatoROMA – Si sta consumando nell’aula del Senato l’ultimo atto (a meno di clamorose sorprese) della vicenda politica e umana di Silvio Berlusconi che, di cui alla fine della giornata sarà votata l’esclusione (o espulsione) dall’assemblea elettiva senatoriale sulla base della legge-Severino (candidabilità dei cittadini alle cariche pubbliche) in attuazione della sentenza definitiva della Corte di Cassazione sulla vicenda Mediaset relativa all’evasione fiscale sui diritti televisivi. Il dibattito in corso al Senato, presieduto da Pietro Grasso, vede impegnate le sole forze che “difendono” le ragioni della permanenza di Berlusconi al Senato e quindi l’inapplicabilità della Severino. Le forze che invece voteranno a favore dell’esclusione di Berlusconi hanno deciso di non partecipare al dibattito. Il voto è previsto per le ore 17.00