Sorrento, la denuncia del PD e di insieme per Sorrento: sprechi e tasse

Stampa

Sorrento manifestoSORRENTO – Monta la protesta degli oppositori in tutti i Comuni della Penisola Sorrentina e a Sorrento il Partito Demcoratico e la civica “Insieme per Sorrento” pubblicano l’elenco degli “sprechi e delle promesse tradite” da parte dell’amministrazione di Giuseppe Cuomo alle prese con molti problemi, non ultimi alcune inchieste che hanno riguardato ben tre componenti dell’esecutivo cittadino e su cui sono ancora in corso accertamenti da parte dell’Autorità Giudiziaria. Una situazione delicata sotto tanti punti di vista, anche perchè la prevista verifica interna con la quale Cuomo intendeva dare il via alla grande corsa per la ricandidatura per il secondo mandato rischia di subire uno stop più lungo del previsto anche per non pregiudicare alcune posizioni che, al momento, appaiono incerte, ma che dall’evoluzione dei fatti possono rafforzare o indebolire Cuomo.

Nel manifesto alla Città le due forze politiche di opposizione evidenziano le promesse mancate e gli aumenti di tasse che penalizzano i cittadini, mentre denunciano la crescita della spesa corrente. Insomma una situazione difficile per chi ha avuto la responsabilità del governo cittadino e che è alle prese con problemi esiziali per il prosieguo dell’esperienza amministrativa quando manca un anno e mezzo alla scadenza del mandato. La crisi conclamata del PdL col ritorno a Forza Italia, ma anche la scissione che ormai sembra inevitabile a livello nazionale, possono pregiudicare la verifica politica e anche le future alleanze vista la mobilità del quadro politico e la crescente sofferenza che si respira in un centro-destra ormai senza meta e soprattutto senza leader. Non a caso anche a Sorrento e in Penisola Sorrentina sarebbero state congelate adesioni e nuovi ingressi nel partito in attesa di vedere che cosa succede a livello nazionale con gli invitabili riflessi territoriali.