Nuova grana per l’Ass. Acampora: a Sorrento incompatibile col nucleo di valutazione?

Stampa
Daniele Acampora

Daniele Acampora

Ancora Daniele Acampora, assessore al bilancio e finanze a Piano di Sorrento, alla ribalta delle cronache politiche locali e peninsulari. L’Assessore al centro di un acceso confronto politico e con la cittadinanza per l’applicazione della Tares è finito nel mirino di un altro “mastino” della politica peninsulare, Rosario Fiorentino presidente della Commissione Trasparenza a Sorrento che ha sollevato presso gli organi comunali competenti la presunta incompatibilità di Acampora a ricoprire il ruolo di componente del nucleo di valutazione presso l’Amministrazione sorrentina.

Rosario Fiorentino

Rosario Fiorentino

Scrive Fiorentino nella sua nota: “Il sottoscritto Rosario Fiorentino nella veste istituzionale di presidente della commissione trasparenza e consigliere comunale di Sorrento, con la presente dopo aver esaminato la situazione determinatasi  con le nomine del nucleo di valutazione , vista ed esaminata la norma di riferimento ed in particolare  il titolo II capo IV art 14 comma 8° del Decreto Legislativo n° 150 del 27.10.2009 G.U. n°254/2009  che recita : “   I componenti dell’Organismo indipendente di valutazione non possono essere nominati tra soggetti che rivestano incarichi pubblici elettivi o cariche in partiti politici o in organizzazioni sindacali ovvero che abbiano rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni, ovvero che abbiano rivestito simili incarichi o cariche o che abbiano avuto simili rapporti nei tre anni precedenti la designazione. Considerato inoltre ciò che ha disposto di recente la giurisprudenza : “Negli enti locali non è obbligatoria l’istituzione dell’organismo di valutazione indipendente, potendo in essi restare in vita il preesistente nucleo di valutazione, purché idoneo alla misurazione di valutazione della performance del personale e i suoi componenti possiedano i requisiti di indipendenza e professionalità previsti dalla legge.” –  Corte Conti reg. Basilicata, sez. contr., 25/11/2011, n. 96 ; Chiede che venga esaminata approfonditamente  la posizione del componente dott. Daniele Acampora state la sua nomina   di assessore del Comune di Piano di Sorrento. In ogni caso chiede l’iscrizione dell’argomento nella prossima seduta di consiglio comunale e poiché  trattasi di discussioni su una persona  invita le S.V. a valutare l’opportunità che venga  discussa a porte chiuse“. Fiorentino pone una questione seria: un crescendo di “conflitto di interessi” che riguarda amministratori e anche funzionari in carica nelle Amministrazioni peninsulari, circostanza che di fatto pone una serie di interrogativi sui temi legati alla trasparenza e alla correttezza delle azioni connesse alle esercizio delle diverse funzioni. Non si comprende per quale ragione Acampora, tra tanti professionisti che potrebbero degnamente adempiere a tale incarico, sia stato scelto dall’Amministrazione di Sorrento, che non poteva essere all’oscuro del fatto che ricoprisse una carica pubblica, per svolgere una funzione così delicata e che inerisce la valutazione sull’operato del Comune. Ma si sta approfondendo l’esame anche di altri casi che riguardaerebbero amministratori e funzionari pubblici in servizio nelle Amministrazioni peninsulari e con interessi in società ed enti connessi alle varie  Amministrazioni.