Tares, l’opposizione a Piano accusa: “la maggioranza per orgoglio penalizza i contribuenti”

Stampa
Gianni e Anna Iaccarino

Gianni e Anna Iaccarino

PIANO DI SORRENTO – All’ultimo momento utile è stata formalizzata, per iniziativa dei cinque consiglieri di opposizione, la proposta di modifica delle tariffe Tares che stanno provocando forti contestazioni soprattutto da parte degli operatori commerciali che sono stati fortemente penalizzati dalle decisioni della maggioranza e che sono state ribadite nell’incontro pubblico dal sindaco Giovanni Ruggiero e dall’assessore al bilancio e finanze Daniele Acampora. Così ha commentato l’iniziativa la consigliera Anna Iaccarino, prima firmataria della proposta:  “Se ci troviamo in questa situazione è solo per una presa di posizione da parte dell’Amministrazione. Ne stanno facendo una questione di orgoglio sulle spalle dei cittadini e questo davvero non è corretto. E’ evidente come nella determinazione delle tariffe sia stato commesso un errore di valutazione. Non è stato prevista la reale portata dell’intervento ed ora, nonostante noi con grande spirito di collaborazione avessimo offerto una possibilità, loro non intendono fare marcia indietro, sostanzialmente perché la considerano un’onta. E’ davvero assurdo. D’altronde – continua la Iaccarino – che non si fossero resi conto degli ‘effetti collaterali’ di queste loro decisione è talmente evidente e lo dimostra il loro stesso atteggiamento….

Daniele Acampora

Daniele Acampora

Stanno da giorni cercando di trovare qualche soluzione, per cercare almeno di far vedere che stanno facendo qualcosa. Sono alla continua ricerca di riduzioni più o meno previste dalla legge per dare una risposta ai commercianti esausti, eppure nel piano economico e finanziario, approvato insieme alle tariffe sapete a quanto ammonta la voce per riduzioni a vantaggio delle utenze non domestiche? Ve lo dico io a 0. Non avevano previsto alcuna riduzione, semplicemente perché non pensavano che facendo in quel modo sarebbero venute fuori bollette così salate”.
Un rammarico Anna Iaccarino ce l’ha: “Si sarebbe potuto fare certamente di più. Confrontarsi con le categorie, con la stessa maggioranza, senza pregiudizi però, in modo approfondire ulteriormente. I tempi, però, non lo consentivano. Inoltre si sarebbe potuto rivisitare l’intero piano tariffario, ma di fronte ad una chiusura così netta, l’unica strada che resta da percorrere è quella di queste modifiche che noi intendiamo apportare. Chissà magari così si riuscirà a fare breccia”. In effetti si tratta di modifiche che, spalmando gli aumenti già insiti nella normativa meglio tra le varie categorie, consentono di ottenere risparmi che vanno tra il 20 ed il 30% rispetto alle tariffe già approvate dal Comune per le tre maggiormente colpite.
Ovviamente non viene alterato, sebbene non equo, l’impianto scelto dall’Amministrazione. Non viene previsto alcun aumento a carico delle utenze domestiche, la suddivisione resterà la stessa già deliberata e cioè i 2/3 a carico delle domestiche e il restante terzo a carico delle non domestiche”, conclude la consigliera Iaccarino.

Il confronto su questo e altri argomenti, in gran parte proposti dall’Opposizione, avrà luogo nella seduta del consiglio comunale di mercoledì 17, alle ore 20, col seguente ordine del giorno:

– interrogazioni ed interpellanze
– mozione presentata da consiglieri di minoranza: valorizzazione e promozione della filiera corta di prodotti agricoli, alimentari e agroalimentari locali nei servizi di refezione scolastica
– mozione presentata da consiglieri di minoranza: censimento degli immobili sfitti e/o inutiltzzatti salviamo il territorio”
– mozione presentata dal cons. Anna Iaccarino: adozione di atti di indirizzo relativi alla rivisitazione dell’ubicazione dei plessi scolastici
– mozione presentata dal consigliere Antonio D’Aniello: impegno per la riduzione della spesa perla fornitura elettrica
– mozione presentata dal consigliere Antonio D’Aniello: impegno alla costituzione dell’ufficio “Progettazione Europea”

– presentazione del piano di zona triennale in applicazione del IIi piano sociale regionale 2013-2015 (decreto dirigenziale regione campania A.G.C.18, n. 308 del 17.06,13)- piano sociale di zona dell’ambito territoriale napoli trentatre” Prima annualità del II piano sociale regionae 2013-1015, anno 2013
– delibera di consiglio comlinale n. 19 del 01/09/2013: rettifica
– deliberazione di consiglio comunale n. 24 del 06/09/2013: rettifica
– richiesta di convocazione del consiglio comunale da parte dei consiglieri di minoranza per discutere del seguente argomento: modifica delibera c.c. n. 24 Del 6/9/13- approvazione delle tariffee del tributo sui servizi (Tares 2013)
– Approvazione protocollo di intesa  –  riassetto della rete AT penisola sorrentina – *interconnessione 150 kv sorrento – vico equense – agerola- lettere”