La Carfagna cita Einstein per elogiare Berlusconi…Quando l’intervistava Giacomo Giuliano

Stampa
Gli auguri a Berlusconi da Napoli

Gli auguri a Berlusconi da Napoli

Domenica, in collegamento telefonico con Napoli, Silvio Berlusconi ha ricevuto gli auguri di buon compleanno dai suoi politici e sostenitori appositamente riuniti all’Hotel Vesuvio e per l’occasione Mara Carfagna, con l’intento di rendere omaggio al suo leader, ha fatto ricorso a una citazione di Einstein: «Presidente, pensando a lei mi sono tornate in mente le parole di Albert Einstein. Le grandi menti, le grandi persone hanno sempre ricevuto violenta opposizione da parte delle menti mediocri. Noi, Presidente, siamo al tuo fianco con forza e determinazione». Vi proponiamo il video dell’ex Ministra alle pari Opportunità (2008-2011) che inizia la sua carriera politica nel 2004 in Forza Italia approdando addirittura al Governo per volontà di Berlusconi. Una donna che, rispetto a molte altre militanti del PdL, sembra in possesso di una personalità spiccata che le ha consentito di calcare con un certo successo la scena politica italiana.

Giacomo Giuliano

Giacomo Giuliano

Le storie e i retroscena sulla sua ascesa politica sono tante e ben note, altre meno. Comunque col richiamo a Einstein la Carfagna è riuscita a far parlare di sè nel giorno dell’esplosione della crisi di governo voluta da Berlusconi. C’è chi la Carfagna la conosce bene avendola avuta ospite in Tv agli esordi della sua carriera, quando aveva 21 anni e si era classificata al 6° posto al concorso di Miss Italia nel 1997 aggiudicandosi però la fascia di Miss Cinema. Si tratta di Giacomo Giuliano, attuale vice segretario comunale a Piano di Sorrento e coniuge dell’Assessora Rossella Russo, che da giornalista a Telesalerno l’ha avuta ospite del suo salotto. Nella sezione video di questa home page pubblichiamo l’intervista di Giuliano alla giovane Carfagna subrette televisiva ma, come spiega, anche studentessa universitaria (si laureerà in giurisprudenza). Della sua esperienza ministeriali senza dubbio va ricordata la legge contro la prostituzione da strada che, tra l’altro, ha aumentato da 6 a 12 anni le pene a carica di sfrutta la prostituzione e i minori. Ironia della sorte ha voluto che per il caso Ruby proprio Berlusconi, in virtù di tale legge, ha ottenuto una condanna in primo grado a 7 anni di reclusione.

Video Carfagna elegia Berlusconi