Assenteismo, a Meta denunciato il sindaco Paolo Trapani

Stampa
Paolo Trapani

Paolo Trapani

META – Un fulmine a ciel sereno si è abbattuto sull’Amministrazione metese, nello specifico sul primo cittadino Paolo Trapani oggetto di una denuncia per assenteismo quale dipendente dell’Asl che l’obbliga a prestare servizio per gli uffici ubicati a Sant’Agnello. Pubblichiamo il link all’articolo di Metropolis che ha pubblicato la notizia e che fa seguito a quanto già avvenuto a Piano di Sorrento mesi or sono. In questo caso oggetto di provvedimenti giudiziari furono 7 dipendenti del Comune che, a seguito dei controlli effettuati dai Carabinieri su mandato dell’Autorità giudiziaria, furono inquisiti eda loro carico è tuttora in corso unl procedimento penale. Il caso del sindaco di Meta accende i riflettori anche sugli altri dipendenti che, svolgendo pubblici uffici come amministratori locali, devono districarsi tra permessi e nulla osta vari per poter svolgere regolarmente la propria attività istituzionale qualora non usufruiscano, come nel caso del sindaco di Piano di Sorrento, dell’aspettativa non retribuita per l’intera durata del mandato. A meno di circostanziate motivazioni, l’indagine che ha coinvolto Trapani potrebbe aver interessato, quindi, anche altri dipendenti pubblici con mandato amministrativo situazione che, al di là della legittimità o meno di eventuali contestazioni, costituisce un problema anche in materia di “conflitto d’interessi” che inevitabilmente scaturiscono e si generano da queste posizioni. Anche per quanto concerne gli obblighi e i controlli per assenze, permessi e affini di questa speciale categoria di dipedenti pubblici.

Sindaco Trapani Metropolis