Berlusconi disperato…vota la fiducia a Letta, ma il PdL si dissolve!

Stampa

berluMa che brutta figura! La resa di Berlusconi che ha fatto strombazzare la sfiducia a Letta in tutte le salse (come documentato dal video) è stata vergognosa perchè dettata, ancora una volta, dal suo unico interesse di restare ancora in campo dopo l’implosione del PdL e il distacco di una fetta consistente di parlamentari cosiddetti “alfaniani“. Un ceto politico squallido che ha mostrato il proprio volto (per chi ne avesse ancora bisogno) in un momento chiave della vicenda politica nazionale e che ha consacrato la leadership di Enrico Letta il cui discorso per la fiducia ha toccato i punti salienti rispetto ai quali solo dei suicidi potevano opporsi! In questo momento non poteva esserci alternativa e ancora una volta il Movimento 5 Stelle ha perduto un’occasione propizia per veicolarsi come forza di cambiamento decisiva per le sorti del Paese. La fiducia a Letta vuol dire un governo che andrà avanti per la propria strada almeno fino al 2015 (teniamo presente che entro quella data bisogna spendere i residui fondi europei e programamre la sepsa fino al 2020) quando, si auspica, si potrà tornare al voto con la nuova legge elettorale. Per Berlusconi e il suo PdL il discorso è ormai chiuso e i cosiddetti falchi sono stati “asfaltati” dal realismo di opportunisti all’Alfano che, al momento giusto, non hanno esitato a sbalzare di sella il leader, vecchio e a fortemente acciaccato che da oggi in poi farebbe meglio a trasferirsi all’estero e a godersi il resto della vecchiaia tra i suoi miliardi e le sue cortigiane!

Il voto del PdL al Senato