Sul Piano Sociale di Zona anche Vico Equense sfiducia Gennaro Izzo

Stampa
Gennaro Cinque

Gennaro Cinque

VICO EQUENSE – Dopo Paolo Trapani, sindaco di Meta, è la volta di Gennaro Cinque, primo cittadino di Vico Equense, a mettere nero su bianco la sfiducia del proprio Comune verso il coordinatore del Piano Sociale di Zona, Gennaro Izzo, accusato di essere andato ben oltre le proprie competenze nelle valutazioni espresse ai danni delle due Amministrazioni circa i presunti ritardi nella formalizzazione degli atti di adesione al PSZ. Gennaro Cinque ci va giù duro nei riguardi di Izzo e chiede l’intervento dell’Assessorato Regionale per la revoca della responsabilità in capo a Izzo accusato di aver superato i limiti del proprio ruolo soprattutto per quanto concerne le accuse rivolte alle Amministrazioni “ritardatarie” in merito agli eventuali danni che avrebbero provocato all’utenza dei servizi sociali. Il rapporto con Izzo diventa ogni giorno sempre più difficile e per alcuni Sindaci è lui la figura “esuberante” che impedisce il decollo di un servizio sociale consortile. Ora si attende la prossima mossa di Izzo che già per il passato si era ritagliato un ruolo di tipo politico contestatogli da alcuni Sindaci. Il braccio di ferro è stato solo appena ingaggiato. Ora si tratta di vedere fino a che punto la situazione rimane quella che è oppure i Sindaci si accorderanno per nominare un nuovo responsabile del servizio.