Tares, a Piano di Sorrento non ci saranno sanzioni per i ritardatari

Stampa
Daniele Acampora

Daniele Acampora

PIANO DI SORRENTO – Oggi è l’ultimo giorno utile per il pagamento della prima rata della Tares, il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi. L’importo complessivo dei costi da sostenere e da coprire per l’anno 2013 è pari a € 2.692.937,94 (IVA compresa) escluso il tributo provinciale, ripartito tra parte fissa (1.569.383,14€) e variabile (1.123.554,80€).
«Insieme all’Ufficio Tributi e al funzionario responsabile del IV Settore Vincenzo Limauro – dichiara l’Assessore al Bilancio Daniele Acamporasi è lavorato alacremente per trovare la migliore soluzione possibile, anche se ci ritroviamo a dover rincorrere le leggi dello Stato che spesso sono poco concrete. Abbiamo condiviso anche con la minoranza, in via informale prima del Consiglio comunale del 6 settembre 2013, i calcoli svolti e credo che l’astensione in sede di votazione sia segno di condivisione del lavoro fatto. Nonostante l’ulteriore imposta dello Stato (30 cent. a mq), siamo riusciti – continua l’Assessore – a rientrare nei parametri degli anni precedenti per le utenze domestiche e abbiamo previsto un bando di agevolazioni per i nuclei familiari da 4 componenti in su che verrà pubblicato a breve, e una riduzione della tassa per le famiglie fino a 3 persone».

In riferimento ad alcune segnalazioni sui ritardi dei servizi postali per la consegna a domicilio delle cartelle di pagamento, l’Assessore Acampora rassicura: «Non saranno applicate sanzioni a coloro i quali si vedranno recapitare l’avviso oltre i termini di scadenza».
Le tariffe sono state votate in Consiglio comunale (Delibera di Consiglio n.24 del 06/09/2013): 15 presenti, 11 voti a favore (Giovanni Ruggiero, Salvatore Cappiello, Vincenzo Iaccarino, Pasquale D’Aniello, Francesco Gargiulo, Daniele Acampora, Maurizio Gargiulo, Costantino Russo, Alberto Maggio, Luigi Maresca, Antonio Russo) 3 astenuti (Giovanni Iaccarino, Antonio D’Aniello, Rachele Castellano) e 1 contrario (Anna Iaccarino). Nel contempo è avvenuta la votazione del Regolamento per la disciplina del Tributo sui Rifiuti e sui Servizi (Delibera di Consiglio n.22 del 06/09/2013), approvato con voto positivo dai presenti fatta eccezione dei Consiglieri di minoranza Giovanni Iaccarino, Antonio D’Aniello, Anna Iaccarino e Rachele Castellano che si sono astenuti. Con identica votazione è stato approvato il Piano per la raccolta differenziata e del Piano finanziario della TARES (Delibera di Consiglio n.23 del 06/09/2013).