Penisola Sorrentina: riassunto dei giorni precedenti…

Stampa
Villa Simpliciano

Villa Simpliciano

Proviamo a riepilogare i fatti salienti di questi giorni, almeno quelli più significativi. A Meta novità sul caso di Villa Simpliciano per la quale il Magistrato ha disposto lo stop allo sgombero degli ospiti. Il Gip di Torre Annunziata, Antonio Fiorentino, ha infatti notificato ai titolari della Villa il decreto con cui ha espresso parere favorevole il PM Rosa Annunziata anche a seguito di un nuovo sopralluogo da parte del NAS. Siamo particolarmente soddisfatti per questa decisione che tutela gli ospiti e i lavoratori, ma riconosce anche ai titolari della struttura di aver operato in modo da scongiurare un trasferimento che avrebbe avuto pesanti ripercussioni soprattutto sui malati. A conferma anche dei servizi che sin dal primo momento abbiamo realizzato su questa vicenda. Tra Meta e Vico Equense è di queste ore la notizia di un intervento della Guardia Costiera alla spiaggia dell’Ecomostro di Alimuri dove abbiamo denunciato l’esistenza di uno sversamento abusivo di liquami in mare documentato con un video servizio realizzato dall’operatore Diego Ambruoso che ha evidenziato la gravità della situazione con grave danno per la balneazione in pieno ferragosto.

Sul Corriere del Mezzogiorno di qualche giorno fa è stato pubblicato un servizio sulla balneazione in Penisola Sorrentina che evidenzia i punti di debolezza, tanti, e quelli di forza, pochi, di un sistema che penalizza le spiagge pubbliche.  A Sant’Agnello è caos per il nuovo senso della viabilità lungo Via Francesco Ciampa e Via Iommella Grande. Pesanti le ripercusioni sul traffico a Piano di Sorrento, tra Via Mercato e Corso Italia. Anche in questo caso abbiamo realizzato video e raccolte testimonianze sul campo che confermano l’errore della decesione adottata dagli Assessorati al Corso Pubblico di Sant’Agnello e Piano di Sorrento per un provvedimento che mette letteralmente in ginocchio la mobilità. Si auspica un sollecito ripensamento prima della riapertura delle scuole che rappresenteranno il momento più critico senza considerare le varie feste patronali con giostre in arrivo e i soliti mercati che sempre di più ostacolano la circolazione automobilistica.

Rosario Fiorentino

Rosario Fiorentino

A Sorrento il consiglietre Rosario Fiorentino ha lanciato una vera e priopria bomba sull’autenticità della Mostra di Dalì con un’articolata e documentata interrogazione che pone una serie di interrogativi ai quali sia l’Amministrazione comunale di Giuseppe Cuomo sia la Fondazione Sorrento diretta da Luigi Gargiulo dovranno fornire una circostanziata risposta onde fugare i dubbi sull’intera operazione artistico-culturale, evento clou dell’estate sorrentina 2013. Sulla “privatizzazione” del Parcheggio Lauro nasce un Comitato Civico che vorrebbe parcheggi gratis per i residenti. Altalenanti, anzi contraddittori, i dati sulle presenze turistiche dell’estate a Sorrento stando ai resoconti pubblicati da ferragosto a qualche giorno fa. Si impone un bilancio serio di fine stagione per comprendere lo stato di salute del più importante settore economico del territorio utile a progettare la prossima stagione.

Giovanni Ruggiero

Giovanni Ruggiero

Infine a Piano di Sorrento è scoppiato il caso “privatizzazione Villa Fondi” con la costituzione di un Comitato Civico denominato “Villa Fondi Bene Comune” che chiede al Sindaco Giovanni Ruggiero di confrontarsi con la cittadinanza e il mondo associazionistico locale sul futuro del “gioiello di famiglia” dell’Amministrrazione. Immediata la risposta del primo cittadino che ha confermato l’intento, già manifestato a fine luglio, di volersi confrontare sul tema con la Città specificando che non si tratta di “privatizzazione” ma di “riqualificazione” della Villa attraverso l’affidamento a un consorzio di imprenditori che ha presentato un progetto su cui dovrà esprimersi il Consiglio comunale. Qualche crepa nella maggioranza si è registrata per la presa di posizione dell’assessore Vincenzo Iaccarino e dell’ex assessore Pasquale D’Aniello molto critici sulla proposta e intenzionati a promuoverne una revisione che salvaguardi la destinazione pubblica della struttura. Il Comitato è deciso a dare battaglia all’Amministrazione ed ha preannunciato un incontro pubblico nel corso del quale intende presentare un’altra proposta. Su questo tema Ruggiero non può procedere a carrarmato per il grande interesse che il destino della Villa è in grado di suscitare nella cittadinanza da sempre molto sensibile, oltre che contraria, a qualsiasi idea di privatizzazione ai danni della comunità. Il tempo per confrontarsi certamente non manca e pure la disponibilità da tutte le parti in causa, ma è chiaro che ogni passo falso su questo fronte può aprire crepe profonde nella maggioranza oltre che nel Paese dove sta montando una protesta verso alcune scelte dell’Amministrazione che sembrano privilegiare interessi di parte piuttosto che salvagaurdare quelli collettivi! Alla Provincia di Napoli, ente prossimo allo scioglimento, sono state assunte 34 persone: ultimi colpi messi a segno da una maggioranza che già da parecchio doveva stare a casa, mentre ha continuato a fare il bello e il cattivo tempo prima di perdere le poltrone!