Partito Democratico: è ora di riorganizzare i servizi sociali in Penisola Sorrentina

Stampa

SORRENTO – Il Partito Democratico della Penisola Sorrentina formula una proposta per il riassetto dei servizi sociali. Di seguito il comunicato diffuso dal Coordinamento peninsulare. “Il settore dei servizi sociali è attualmente in grave difficoltà, a causa dei tagli di trasferimenti pubblici, mentre il nostro Paese attraversa una crisi economica che sta acuendo proprio i bisogni delle fasce più deboli della popolazione. E’ per questo che la politica, oggi più che mai, è chiamata a dimostrare grande serietà e senso di responsabilità , intervenendo positivamente al fine di garantire il potenziamento dei servizi socio- assistenziali. Purtroppo in Penisola Sorrentina va innanzitutto registrato il ritardo con cui si sta dando attuazione alla delibera regionale n. 320 del 3 luglio 2012, che prevedeva la nascita dei nuovi ambiti territoriali a partire già dal 1 gennaio 2013.

Da settimane si denunciano, inoltre, sulla stampa i costi eccessivi dell’Ufficio di Piano, ed è per questo che il Coordinamento PD locale ha deciso di offrire un contributo concreto alla discussione, proponendo un riassetto organizzativo dell’Ufficio, a partire dalle indicazioni presenti nel nuovo Piano Sociale Regionale.

Al fine di evitare di drenare le sempre più scarse risorse disponibili verso il personale, piuttosto che concentrarle verso la cura dei bisogni socio-assistenziali, riteniamo che l’organico debba consistere, in primo luogo, di personale distaccato dai singoli Comuni e dalla ASL. Inoltre, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie, il distacco del personale dei Comuni si potrà sempre più configurare come collaborazione a distanza con la sede dell’Ufficio di Piano, riducendo gli spostamenti fisici tra le diverse sedi ed i relativi costi.

Non è più il tempo degli sprechi e tanto meno delle logiche che hanno, troppo spesso, anteposto interessi di parte a quelli generali. Speriamo, perciò, vivamente che il Coordinamento istituzionale, a cui abbiamo indirizzato il 30 luglio un documento articolato sul riassetto dell’Ufficio di Piano, inviato per conoscenza anche all’ass. regionale Ermanno Russo, possa recepire quanto prima la nostra proposta, che risulta già agli atti dei recenti consigli comunali di Sorrento e di Piano di Sorrento, grazie al lavoro dei nostri rappresentanti istituzionali”.