Berlusconi e il giorno del giudizio…di Cassazione

Stampa

Se non fosse per il tam tam mediatico scatenato da un sistema informativo completamente controllato da Berlusconi, sicuramente gli Italiani alle prese con i mille problemi di una quotidianità sconosciuta all’universo politico nostrano neanche saprebbero, ne si preoccuperebbero di sapere, quale sarà il responso dei supremi giudici della Corte di Cassazione su un processo per frode fiscale (miliardaria) posta in essere dal più ricco imprenditore italiano da vent’anni in politica, anzi ai vertici delle istituzioni. È riuscito nell’impresa di portare al Parlamento il peggio dell’italianita che ha depredato (e continua a farlo) quello che una volta era il BelPaese. Ne è risultata contaminata irrimediabilmente l’intera classe politica italiana con il Partito Democratico che addirittura vive un’angoscia peggiore dello stesso PdL sull’esito del processo.

Infatti se si ritornasse alle urne Berlusconi rischia sicuramente di stravincere le elezioni, mentre il PD di scendere sotto il 10% dei consensi tanto l’hanno schifato i suoi elettori!  Aspettiamo le 17 per sapere di “che morte deve morire” questo Paese senza dignità!