Beneduce (PdL): è legge il servizio di psicologia del territorio

Stampa

NAPOLI – In Campania, il servizio di Psicologia del Territorio è diventato legge. Dopo l’approvazione della proposta di legge ad iniziativa popolare da parte del Consiglio regionale, esplode la standing ovation tra i banchi del Centro direzionale ed è bipartisan. Martedì scorso la buona politica ha offerto una delle sue pagine migliori, dimostrando attenzione estrema per tutti i cittadini, nell’ambito del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali. “Questa legge elabora e porta a maturazione un’esigenza sempre più avvertita – spiega l’on. Flora Beneduce -Si è compiuto un passo decisivo verso una nuova concezione dell’uomo e della donna, destinatari non solo di servizi dedicati alla cura del corpo, ma anche  all’armonia psichica.

Il servizio di psicologia del territorio intende sostenere la persona in ogni ambito, prevenendo e fronteggiando disagi individuali e relazionali. Inoltre, si persegue l’obiettivo di promuovere un pieno sviluppo della personalità, offrendo supporto nei momenti bui della vita”.

Il servizio, istituito nel sistema dei servizi sociali della Regione, rappresenta l’insieme coerente e coordinato delle attività psicologiche necessarie ai bisogni dei cittadini. I Comuni, in forma singola o associata, ovvero gli ambiti territoriali, prevedono nei Piani Sociali di Zona, il servizio e ne disciplinano il funzionamento. Altro elemento importante è che per ogni diecimila abitanti sarà disponibile un operatore. Tutte le misure, infine, dovranno essere adottate entro tre anni dall’entrata in vigore della legge.

“Si apre una nuova fase per la salute, pubblica e privata, e si pone al centro della vita civile la dignità della persona, spesso provata dalla fragilità mentale, dalla difficoltà relazionale, dalla disabilità fisica, dalle dipendenze – conclude l’on. Beneduce – Sono sicura che questo servizio offrirà aiuto concreto e migliorerà le condizioni di vita di tutta la comunità.