Sorrento: Conca Park primo Hotel a “Rifiuti Zero” nella Penisola Sorrentina

Stampa

SORRENTO – La strategia a “Rifiuti Zero” ideata dal prof. Paul Connett e promossa in Italia dalla rete Zero Waste comincia ad attecchire anche nella Penisola Sorrentina dove l’Associazione “Una stella per l’Ambiente” e l’Università della Cucina Mediterranea da qualche anno a questa parte hanno avviato un’opera di sensibilizzazione soprattutto nei riguardi degli operatori del settore turistico, ristoratori e albergatori. Un programma coordinato da Antonino Esposito che è riuscito nell’intento di aprire un varco nelle coscienze di tutti coloro che hanno maggiori responsabilità nell’attuare politiche di contenimento della produzione dei rifiuti per puntare addirittura al loro azzeramento entro il 2020.

A Sorrento un importante Gruppo Alberghiero ha sposato la causa del “Rifiuto Zero”: Russo Hotels della famiglia Russo il cui fondatore, Mariano, insieme ai figli Mariella, Mario e Raffaele ha ospitato il meeting sullo spreco con il prof. Andrea Segrè, Rossano Niccolini di recente insignito dal Presidente USA Obama dello speciale premio per la tutela del pianeta, Michele Bonomo di Legambiente Campania, Luigi Cuomo direttore di Penisola Verde, Claudio D’Esposito delegato del WWF Penisola Sorrentina, Vincenzo Califano per l’Università della Cucina Mediterranea.

Intervista a Mariella Russo

A rappresentare l’Amministrazione di Sorrento l’Assessore all’istruzione Maria Teresa De Angelis che insieme a Mariella Russo ha dato via al progetto dell’adozione di una scuola di Sorrento da parte dell’Hotel Conca Park per conseguire l’obiettivo di ottenere la Bandiera Verde attraverso una serie di iniziative di formazione e di sensibilizzazione pubbliche sui temi scottanti dei rifiuti e della tutela dell’ambiente.

Unanimi consensi per questa iniziativa che, come ha evidenziato Mariella Russo a nome del Gruppo, vuole testimoniare l’impegno di chi, “….operando nel turismo in questa bella terra, tanto ha ricevuto e sente il bisogono di restituire alla propria comunità per salvaguardarnebeni e valori primari“.

Il progetto “Hotel Rifiuti Zero“, di cui è stata realizzata anche un app presentata da Esposito, rappresenta non solo l’occasione per invertire rotta da parte di privati e pubblica amministrazione in tema di gestione dei rifiuti, ma l’opportunità soprattutto per le imrpese di realizzare anche forti economie di gestione attraverso la riduzione dei rifiuti e quindi la riduzione del tributo ad esso connesso.

Un lavoro che, come ha evidenziato Esposito, ha coinvolto l’intero managment aziendale del Conca Park, dalla direzione all’ultimo dipendente, che nelle prossime settimane proseguiranno nel programma teorico-pratico di “zero waste”.