A proposito di certezze sulla balneabilità delle acque costiere!

Stampa

di Enrico Aprea

Che le acque della Baia di Jeranto non hanno avuto mai problemi di inquinamento è un dato certo. Ma non si può escludere che anche in seguito si possono avere risultati non buoni e certamente non dovuti a scarichi inquinanti della zona che è e resterà incontaminata proprio perché trattasi di riserva marina e terrestre dove nessuna speculazione edilizia sarà mai possibile, almeno è quello che ci auguriamo tutti. Dunque nessun problema per Jeranto come ribadito anche dal direttore del Parco, Antonino Miccio. In merito alla sua affermazione ironica “Se ci sono problemi di balneabilita’ a Jeranto, allora dovremmo chiudere tutto il mare Mediterraneo”, una domanda sorge spontanea : il Golfo di Napoli è in buona salute?

Quanti depuratori sono stati realizzati lungo tutta la fascia costiera, da Napoli fino a Massa Lubrense?
E se esistono e se sono anche funzionanti, sono in grado di depurare quanto convogliato nelle acque del Golfo da centinaia di migliaia di residenti e turisti? Ed ancora: siamo sicuri di essere indenni da scarichi illegali di sostanze cancerogene e radioattive?

Solo se siamo in grado di dare risposte positive senza nascondere nessuna verità, allora possiamo affermare, come se fossimo sotto giuramento, che la Baia di Jeranto resterà un’oasi incontaminata. E’ necessario dare risposte certe a domande del genere, ne vale del futuro di intere generazioni.