Faro del Sarno e disinquinamento del golfo: si procede a piccoli passi!

Stampa

Da qualche giorno anche grossa parte dell’alveo Penniniello che sversava liquami provenienti da Boscoreale e Torre Annunziata è stato intercettato e portato al depuratore di Castellammare di Stabia riducendo il carico inquinante sulla costa vesuviana e a Rovigliano in particolare. E’ un altro piccolo passo in avanti per recuperare il nostro mare, ma ci sono ancora molte cose da fare. In particolare a Torre Annunziata bisogna insistere per un controllo e una pulizia degli alvei e dei canaloni che senza misure continue di prevenzione rischiano di portare a mare negli eventi temporaleschi detriti e rfiuti di ogni genere.

Inoltre va ripresa una forte attenzione sul tema della pulizia delle spiagge e delle strade rimuovendo i rifiuti al fine di evitare che finiscano in mare. Rimangono questioni enormi che riguardano il disinquinamento del Sarno e l’eliminazioni degli scarichi a Torre del Greco e a Castellammare di Stabia, ma non bisogna arrendersi.

Nel giro di pochi mesi si potrebbe attivare il nuovo depuratore a foce Sarno,intercettare gli scarichi provenienti da Gragnano e da parte dei monti lattari,collegare ai depuratori del medio sarno città importanti come San Giuseppe vesuviano,Terzigno e larga parte di Poggiomarino e Striano. La rete Faro del sarno proseguirà la sua iniziativa di sollecitazione istituzionale, di denuncia e di proposta per far si che la risorsa mare sia un fattore di sviluppo per le nostre comunità.