Sorrento, il PD accusa: “Amministrazione incapace…e noi paghiamo!”

Stampa

SORRENTO – I consiglieri comunali del Partito Democratico hanno ricevuto la proposta di bilancio per l’anno 2013 approvata dalla Giunta Municipale. Il Sindaco ha anticipato, Con un comunicato stampa, alcune scelte assunte in materia di imposte e tributi che graveranno sui cittadini e le imprese della nostra città. Il Partito Democratico, con l’esperienza del consigliere Luigi Mauro, esaminerà la proposta della Giunta, dedicando attenzione sia al lato delle entrate (dove è stato già annunciato l’aumento dell’addizionale IRPEF dallo 0,15% allo 0,70%) che a quello delle spese.

Infatti, con la scusa della crisi, il Comune di Sorrento ne approfitta per fare cassa: aumenta la pressione fiscale sul reddito (aumento IRPEF), aumenta l’imposizione tributaria sugli immobili (aliquota IMU dallo 0,76% allo 0,86% per gli immobili di categoria “C” non di pertinenza) e programma nuove svendite degli immobili comunali (prevedendo di realizzare tre milioni di euro).

Tutto ciò, a detta del Sindaco, per sopperire a minori trasferimenti da parte dello Stato per circa un milione di euro. Però risulta assente, all’interno della relazione della Giunta, una politica di revisione della spesa e degli sprechi, che eviterebbe i maggiori esborsi a carico dei cittadini. Per questo motivo studieremo a fondo, come sempre fatto, la proposta di bilancio e avanzeremo le nostre proposte per tutelare i contribuenti…

Se ogni anno il Comune di Sorrento è costretto sistematicamente a nuove imposte (es. imposta di soggiorno) oppure all’aumento di quelle già esistenti, o peggio all’alienazione del proprio patrimonio, il responso è semplice: questa amministrazione non è capace di gestire in modo efficiente la nostra Città!

Infatti, le uniche note positive all’interno delle recenti delibere di Giunta sono diretta conseguenza delle proposte del Partito Democratico: sarà aumentato il fondo per l’integrazione dei canoni di locazione, fondo creato lo scorso anno in seguito a un nostro emendamento al bilancio e rilanciato da una recente interrogazione del consigliere Alessandro Schisano.

Inoltre, saranno rese pubbliche le modalità di spesa dell’imposta di soggiorno, anche questa rappresenta una mozione più volte presentata in Consiglio Comunale da parte del gruppo PD.