Castellammare turistica, il primo obiettivo del sindaco Nicola Cuomo

Stampa

Tra i suoi primi commenti post elettorali Nicola Cuomo, neo sindaco PD di Castellammare di Stabia, ha evidenziato l’importanza di aprire un immediato confronto con la Regione Campania, e nello specifico con l’Assessore al Turismo Pasquale Sommese, finalizzato a includere la Città delle Terme nel distretto turistico di Sorrento da cui Stabia è stata esclusa. Una priorità che evidenzia l’intento di Cuomo di voler affrontare un tema di rilevantissimo interesse per Castellammare il cui nuovo protagonismo civico e socio-economico non può prescindere dall’integrazione con il comprensorio costiero in termini di offerta territoriale.

Nel tentativo di iscriversi a pieno titolo nel novero delle località a vocazione turistica, Castellammare punta a scoprire e a valorizzare un’identità negata, ma che le appartiene naturalmente per quello che il territorio globalmente è in grado di esprimere seppure in un contesto critico sul piano sociale che, almeno fino a oggi, ha impedito a questa straordinaria città di scrollarsi di dosso un’immagine assolutamente poco spendibile in termini di attrattività turistica comunemente intesa e assimilabile a quella della Costiera…

Se il comprensorio sorrentino non fa salti di gioia per il successo di Cuomo – i sindaci Piergiorgio Sagristani e Giuseppe Cuomo hanno sostenuto apertamente Pentangelo del PdL – lo si deve al fatto che in esso prevale un antico sentimento antistabiese, giocato più sul piano dello stereotipo culturale anziché su quello socio-economico visti gli straordinari interessi che una larga fetta di imprenditoria stabiese coltiva da sempre nel sorrentino e oggi ancora di più.

E’ da qui che il nuovo Sindaco può e deve ripartire per costruire un rapporto in primo luogo istituzionale con i Comuni della Penisola Sorrentina affinchè la cultura del distretto turistico maturi innanzitutto nelle coscienze di queste comunità ancor prima di tradursi in un atto burocratico negoziato con la Regione Campania e destinato, di fatto, a restare sulla carta ancorchè contemplato in un articolo di legge.

Con tutti i suoi gravi problemi Castellammare può cogliere l’opportunità rappresentanta dal suo nuovo Sindaco, che è professionista affermato e persona perbene, per lanciare una grande sfida sulla quale scrivere una nuova pagina per sviluppare una politica turistica che si fondi su un’effettiva competitività di un territorio che nello spazio di poche decine di chilometri quadrati è in grado di offrire di tutto e di più ai turisti di ogni angolo del mondo. Allora ci provi Sindaco Cuomo!

Oltre che a Lei e alla sua Città farà bene anche alla Costiera Sorrentina intraprendere questa strada che si ponga definitivamente alle spalle la cultura di un’egoistica scorciatoia improponibile per guardare al turismo del futuro con un pizzico di ottimismo in più!