Sant’Agnello, parcheggio a Via San Vito: si “palleggiano” le responsabilità!

Stampa

SANT’AGNELLO – Fabrizio Geremicca sul Corriere del Mezzogiorno rilancia il caso del parcheggio per autobus in corso di realizzazione a Via San Vito, l’ennesima distruzione di aree verdi in nome del business della sosta che, in questo caso, vede interessato in prima persona, tra gli altri, l’ex assessore del Comune di Sorrento, Mariano Pontecorvo.

Il neo sindaco di Sant’Agnello, Pietro Sagristani, ha dichiarato di  riservarsi di approfondire il caso perchè l’autorizzazione sarebbe stata rilasciata dal suo predecessore, Gian Michele Orlando. Il WWF ha presentato un esposto in Procura, scatteranno gli accertamenti e comunque si dovrà venire a capo dell’ennesimo scempio territoriale che sacrifica agrumeti per realizzare parcheggi.

Sagristani e Pontecorvo hanno uno strettissimo vincolo politico: sono stati loro a imporre la candidatura a sindaco di Giuseppe Cuomo a Sorrento e ne rivendicano la paternità anche nella prospettiva. Costituiscono una triade politica forte che ha “condizionato” la politica sorrentina e peninsulare degli ultimi anni.

Ora si tratta di capire dove finiscono i diritti e iniziano i favori e lo stesso ex sindaco Orlando dovrà far luce su questa autorizzazione che si presume in regola sotto tutti i punti di vista fino a prova contraria. Occorre inoltre tener presente che Sagristani ha già annunciato che un altro parcheggio interrato dovrà nascere alla frazione dei Colli di Fontanelle perchè si tratta di una realtà che ha bisogno di tale struttura a sostegno delle attività produttive del territorio.

Il parcheggio di Via San Vito a Sant’Agnello