Piano di Sorrento, stamattina il summit di Ruggiero per “uscire dalla crisi”

Stampa

PIANO DI SORRENTO – L’appuntamento di metà giornata col Gruppo Consiliare dovrebbe servire a definire i nuovi equilibri della maggioranza: praticamente ad aprire le porte della Giunta a Salvatore Cappiello che scalpita per assumere il ruolo di numero due ufficiale dell’Amministrazione con tanto di galloni di vice sindaco e deleghe pesanti che serviranno a tirar fuori dall’impasse un’amministrazione da troppo tempo e inspiegabilmente immobilizzata. Sarà uno di quegli appuntamenti nei quali affogare le indecisioni e dar luogo a quei cambiamenti che dovrebbero portare in giunta Daniele Acampora al posto di Maurizio Gargiulo, Cappiello al posto di Pasquale D’Aniello e degradare al rango di assessore semplice l’attuale vice sindaco Vincenzo Iaccarino. Restano invece al proprio posto Francesco Gargiulo, del quale si è sempre favoleggiato su una possibile e spontanea rinuncia all’assessorato e Rossella Russo.

A dar man forte a un indeciso Ruggiero è giunto stamattina il leader dell’opposizione, Gianni Iaccarino, con un “pastone” pubblicato sul quotidiano Metropolis nel quale “incalza” il Sindaco per chiudere la partita sulla nuova giunta. Praticamente una sponda utile a scongiurare altri rinvii cui pure Ruggiero avrebbe pensato per superare questo periodo critico sotto molteplici aspetti, non solo sul piano della giunta.

E’ chiaro che dall’incontro odierno ci si attende comunque un qualcosa di concreto, anche rispetto agli obiettivi e agli strumenti che si intendono attivare per rimettere in cammino l’Amministrazione. La quale però ha dato il via libera a un‘iniziativa che non mancherà di sollevare polemiche: l’organizzazione, in forma di evento, del mercatino del lunedì per il 27 giugno, ad opera degli ambulanti che hanno dovuto rinunciare al mercatino rionale del lunedì 6 maggio a causa del Giro d’Italia.

Con delibera N°125 del 31 maggio la Giunta ha concesso all’Assocampania che rappresenta gli ambulanti di organizzare il mercatino nella forma di evento.

Una decisione che qualche malumore tra i Commercianti di Piano l’ha suscitato e che è stato anche rappresentato al Sindaco da Antonino Iaccarino presidente dell’Associazione di categoria.

Se addirittura si pensa a trasformare in evento un’operazione strettamente commerciale con tanto di “benedizione comunale” agli operatori pianesi non resta altro da fare che incrociare le braccia e aspettare di chiudere definitivamente bottega coi tempi che corrono, coi costi di una crisi pesante che si traduce nella sistematica “trasfuzione di sangue commerciale” in favore degli ambulanti che, evidentemente, hanno un potere negoziale di gran lunga superiore rispetto agli operatori a posto fisso.

Sull’argomento registriamo un intervento di Antonio Russo, consigliere di maggioranza, che sul suo profilo FB ha pubblicato il seguente post: ” alla pagina dei ” Carottesi” ho trovato: Lo so, lo so, molti già staranno osservando che ho sbagliato, che il mercatino a Piano di Sorrento si svolge da “illo tempore” sempre il lunedì mattina. Ebbene non ci sono più le certezze di una volta! In base alla “Deliberazione di Giunta Comunale” n. 125 del 31 maggio 2013,

GIOVEDI’ 27 GIUGNO 2013
DALLE ORE 16,00
IN VIA DELLE ROSE
AVRA’ LUOGO IL
MERCATO SETTIMANALE

Avete letto bene, Giovedì 27 giugno dalle ore 16,00 sino alle 23,00 (ora in cui l’area dovrà essere libera quindi si presume una chiusura intorno alle 21,00) si terrà il tradizionale “Mercatino del Lunedì”.

Questo evento, a suo modo storico, serve in primo luogo a recuperare il mercatino che non fu tenuto il 6 maggio a causa del transito della tappa del Giro d’Italia, ma dalla delibera si evince qualcosa in più. In realtà, cito testuale, esso “non è finalízzato ad un mero recupero della mancata attività mercatale, quanto piuttosto alla sperimentazione di nuove formule commerciali atte a sondare le mutate esigenze dei consumatori in un periodo di profonda crisi del settore”.

Inoltre l’Assocampania, promotrice dell’iniziativa, si è impegnata ad “offrire il proprio sostegno alla manifestazione mediante opportuna pubblicizzazione nonché arricchimento della stessa attraverso forme di intrattenimento che possano costituire maggiore attrattiva per i consumatori”.

Quindi ci attende un pomeriggio ed una serata in cui al mercatino in versione pomeridiana si affiancheranno eventi e spettacoli che serviranno ad attrarre i nostri concittadini, il tutto organizzato e finanziato dagli stessi ambulanti che danno vita al mercatino. Quindi godiamoci questo esperimento “storico” e chissà che in futuro non si possa parlare del tradizionale mercatino carottese del giovedì.