Sorrento, l’Assessore Provinciale al Turismo?…E chi l’ha visto!

Stampa

Riceviamo da Salvatore Caccaviello questo articolo che, ci evidenzia, “inspiegabilmente è stato tolto da positanonews relativa all’azione del nostro assessore  provinciale al turismo negli ultimi tre anni alla faccia della libertà di stampa e della parcondicio”.
Cittadini ed imprenditori avevano sperato molto, tre anni fa, nella nomina  di Piergiorgio Sagristani, espressione del nostra terra, ad Assessore Provinciale al turismo, per risolvere le problematiche di cui la Penisola Sorrentina da anni soffre e che vanno ad intaccare  l’unica  risorsa economica del luogo, il turismo.

Ma visto i risultati, a distanza di tre anni, ancora una volta si deve dedurre che ci si era sbagliato! Ci risiamo! Con l’inizio della nuova stagione turistica il nostro territorio deve rifare i conti con le vecchie problematiche che da anni rimangono irrisolte tanto da diventare ormai croniche.  Rischio idrogeologico, abusivismo di ogni genere, strade fatiscenti, traffico indiscriminato, sicurezza inesistente, vandalismo, accattonaggio e chi più ne ha più ne metta…

Problematiche che si trascinano da anni a cui le  nostre amministrazioni non sono state in grado di dare delle soluzioni concrete ed immediate. Continue sono le lamentele degli operatori turistici che ogni anno investono capitali nelle loro strutture, che continuano a rimanere di prim’ordine, ma purtroppo in un contesto che talvolta inizia a rasentare il degrado.

La cosa ancora più grave  che molte delle lamentele iniziano ad arrivare dai nostri ospiti e dai tour operators che ogni anno  scommettono su Sorrento. Tanto che sta diventato quasi ridicolo parlare di praticare del buon turismo a Sorrento!  Inoltre come ogni anno la ciliegina sulla torta è rappresentata come al solito “dalle limpide acque del nostro mare ”… In questi giorni si parla addirittura di bandiere blu!

Molti cittadini a tale notizia sono rimasti sbalorditi!  In quanto proprio in questi periodi di belle giornate è facile constatare, dalle nostre finestre e da quelle dei nostri alberghi sul mare, l’incantevole e puntuale schiuma bianca, ricca di detersivi, e materiali altamente inquinanti, che si frange contro la nostre rinomate coste. Uno spettacolo unico!

Che a quanto pare passa ormai indisturbato! Se ad un tiro di scoppio a Massalubrense si assegna la bandiera blu!! Uno sfregio al mare, al territorio ma soprattutto alle intelligenze dei sorrentini  e dei nostri turisti… Ora visto la ormai accertata incompetenza dei nostri amministratori locali, in quanto i problemi irrisolti parlano da sé, ci si aspetterebbe che almeno la Provincia e la Regione che si suppone esprimano dei politici più competenti che possano dare una soluzione almeno alle problematiche del nostro territorio più urgenti.

Visto inoltre  che  la penisola sorrentina e la costiera amalfitana costituiscono il fiore all’occhiello della Regione Campania e la rappresentano a livello internazionale. Mentre a  proposito della Provincia, di cittadini ed imprenditori del comparto turistico si chiedono che fine abbia fatto l’Assessore Provinciale  al Turismo Sagristani? Il quale dovrebbe avere a maggior ragione molti motivi per impegnarsi a fondo per risolvere almeno in parte alcune problematiche, visto che è espressione del territorio sorrentino.

Invece a quanto pare oltre ad alcune promesse fatte all’epoca della sua nomina quale la manutenzione e messa in sicurezza dei costoni, anch’essa nel dimenticatoio, ma soprattutto la  dichiarazione che si sarebbe speso per la lotta contro l’inquinamento del nostro favoloso mare e del  termine dei lavori del depuratore a Punta Gradelle. Invece a quanto pare anche quest’ultima è stata una promessa al vento e la dimostrazione è a portata di mano… anzi d’occhio!

Basta affacciarsi ad uno dei nostri balconi che guardano a mare oppure seguire la scia di un aliscafo….A tre anni dalla sua nomina, il nostro Assessore a quanto pare sembra sia stato con le mani in mano, dimenticandosi che è il responsabile del turismo provinciale di cui la sua terra, insieme alla costiera amalfitana, rappresenta oltre il cinquanta per cento  del potenziale.

Ora visto che l’Assessore  Provinciale al Turismo Sagristani è impegnato come candidato sindaco nel suo paese di origine, Sant’ Agnello e che molto probabilmente, nel caso fosse eletto abbandonerà l’incarico.

Molti imprenditori e cittadini si chiedono quando si ripresenterà “un ‘ulteriore  occasione” per il nostro territorio di avere in Provincia un rappresentante della penisola sorrentina che ricopra un ruolo strategico e di importanza vitale per la nostra economia turistica?… Semmai se ne sentirà  la mancanza… – 15 maggio 2013 –  salvatore caccaviello positanonews.