Sant’Agnello, ultime ore prima dell’apertura dei seggi!

Stampa

SANT’AGNELLO – I seggi elettorali con presidenti, segretari, scrutatori e rappresentanti di lista si sono insediati dando avvio alle operazioni di voto che iniziano domani mattina dalle ore 8 e fino alle 22 per riprendere lunedì dalle 7.00 alle 15.00 dopodichè avrà luogo lo spoglio delle schede. Giornta di silenzio elettorale, nel senso che non si svolgono iniziative pubbliche, mentre il marketing elettorale diretto, telefonico e via web continuerà fino a tarda sera per candidati ansiosi di racimolare preferenze. Poco o nulla si è consumato in termini di propaganda tradizionale con i manifesti che sono rimasti praticamente gli stessi.

Soltanto questa mattina ha fatto mostra di sè un fuori spazio del candidato Giuseppe Gargiulo affisso sui tabelloni pubblicitari comunali e quindi in contravvenzione. Secondo consolidata tradizione domani e lunedì nei pressi delle sezioni elettorali a Piazza Matteotti e ai Colli di Fontanelle entreranno in azione candidati e loro supporter per vigilare sull’andamento delle operazioni e imprimere l’ultimo sguardo d’intesa agli elettori che si recano a votare…

Si respira, ovviamente, un’aria di tensione perchè sono vent’anni che non si fa un’elezione vera a Sant’Agnello e nessuno dei contendenti in campo è abituato a fare i conti con un elettorato diviso che decreterà la sconfitto dell’uno o dell’altro. Sicuramente per Sagristani è l’ultima spiaggia per restare sulla scena politica. Si corre spediti verso l’elezione di un nuovo consiglio comunale dando così definitivamente l’addio a coloro che non sono stati ricandidati per diverse ragioni nonostante si siano spesi per mandare a casa Orlando.

Fra questi spiccano l’ex presidene del consiglio comunale Gianni Salvati che esce di scena dopo 3 legislature. Fuori anche l’ex assessore al bilancio Giuseppe Coppola ’62 e i consiglieri Salvatore Guarracino, Rocco d’Esposito e Mario Coppola tutti alla prima legislatura e troppo frettolosamente “accantonati“.

Antonio Coppola, che nel 2008 aveva sfidato Gian Michele Orlando, in previsione dell’epurazione degli uscenti, non ha voluto rinunciare all’impegno politico e si è quindi candidato alle amministrativa a Castellammare di Stabia nella lista “RDS” dell’avv. Salvatore Vitiello. Sul futuro consiglio comunale pesa l’incognita del voto rosa che, grazie alla doppia preferenza, potrebbe alla fine scalzare da poltrone ritenute sicure candidati più blasonati!