Da Sant’Agnello a Castellammare, Antonio Coppola ottiene 390 voti

Stampa

Dopo aver svolto il ruolo di “demolitore” di Gian Michele Orlando e della sua ex maggioranza nella passata legislatura rivelandosi il principale alleato dell’oggi neo sindaco di Sant’Agnello Pietro Sagristani, il dr. Antonio Coppola ha tentato il salto nella politica stabiese candidatosi alle elezioni amministrative del dopo-Bobbio nella lista RDS con il candidato sindaco Salvatore Vitiello. L’obiettivo era quello di riuscire ad entrare nel futuro consiglio comunale che sarà eletto col ballottaggio del 9 e 10 giugno tra Nicola Cuomo e Antonio Pentangelo. Coppola ha ottenuto 390 voti di preferenza classificandosi comunque al terzo posto della lista, un risultato sicuramente interessante, ma che non gli servirà per entrare a far parte del futuro consiglio stabiese.

Per Coppola si tratta della seconda esperienza elettorale come candidato al consiglio comunale stabiese, ma annovera anche una candidatura a Piano di Sorrento e nel 2008 a Sant’Agnello quale sfidante di Orlando riuscendo a entrare in consiglio da leader dell’opposizione.

Il suo è un altro nome dei protagonisti dell’esperienza amministrativa santanellese 2008-2012 che esce fuori dalla politica. Prima di lui Gianni Salvati, Mario Coppola, Totti Guarracino, Peppe Coppola ’62, Agnello Marone, Peppe Coppola ’71, Rocco D’Esposito.