Ingroia riparte da “Azione Civile” per il futuro del Paese

Stampa

Dopo il fallimento elettorale dell’esperienza di Rivoluzione Civile, Antonio Ingroia annuncia la nascita di un nuovo Movimento nazionale denominato “Azione Civile” che si farà interprete di un’iniziativa politica a tutela degli interessi generali del Paese nel rispetto dei principi costituzionali. Ingroia, allo stato in aspettativa, attende l’esito nel merito del ricorso al Tar presentato contro la decisione del CSM di assegnarlo alla sede di Aosta, cioè dell’unico collegio elettorale nel quale Ingroia non si è candidato alle ultime elezioni politiche, una decisione considerata penalizzante, se non addirittura punitiva dal Magistrato, che rivendica il proprio diritto di continuare a lavorare sul fronte dell’anti-mafia.

Ingroia e Azione Civile